Fencing Academy 2019, in centro sfilano i campioni della scherma con atleti da tutto il mondo | | Password Magazine

Fencing Academy 2019, in centro sfilano i campioni della scherma con atleti da tutto il mondo

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Tutto è pronto per Fencing Academy 2019, il campus organizzato dall’Agenzia Viaggi Esitur con Club Scherma Jesi e Comune di Jesi, e dedicato agli atleti di scherma di tutto il mondo i quali si confronteranno per una settimana, dal 28 Luglio al 3 Agosto, con i maestri e gli atleti della prestigiosa scuola di scherma jesina.

Il Club Scherma Jesi, attivo e fiorente dal 1947 per opera del maestro Ezio Triccoli, vanta di essere tra i club più medagliati al mondo: è stato il trampolino di lancio per campioni come Stefano Cerioni, Giovanna Trillini, Valentina Vezzali ed Elisa Di Francisca.

 

Non solo, con gli emergenti campioni Francesco Ingargiola, vincitore delle recenti Universiadi di Napoli, Tommaso Marini e Matilde Calvanese, lo scenario della scherma jesina nel mondo si arricchisce ulteriormente. Con il Gran Galà della Scherma di ieri c’è stata l’occasione di condividere, insieme agli atleti ospiti, la storia del club jesino e la passione per uno sport così nobile.

Dopo un corteo accompagnato dai tamburi e gli sbandieratori dell’Ente Palio San Floriano, e seguito dalla sfilata degli ospiti della Fencing Academy, la serata è stata condotta dall’ex- campione di spada Stefano Pantano, che ha raccolto le testimonianze degli atleti jesini, a cui sono poi seguite delle staffette di sciabola, con l’arbitraggio da parte del maestro di sciabola Luigi Tarantino, di fioretto, con l’arbitraggio di Tommaso Marini, e anche un incontro con quella che è stata definita “arma non convenzionale” , tramite la quale qualsiasi parte del corpo costituiva un bersaglio valido, con la rappresentanza di Sofia Giordani per il Club Scherma Jesi.

Un po’ meno competitivo l’ultimo incontro sul palco, dove la campionessa Elisa Di Francisca ha sfidato a colpi di gag il fiorettista Valerio Aspromonte, a dimostrazione che lo sport può solo unire i cuori di ogni età e nazione.

 

A cura di Giovanna Borrelli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.