Festa dell'Albero, inaugurato il parco «Il Piccolo Principe» | Password Magazine
Festival Pergolesi

Festa dell’Albero, inaugurato il parco «Il Piccolo Principe»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

CHIARAVALLE – Una mattinata speciale, quella del 21 novembre, per le bambine e i bambini di cinque anni delle scuole dell’infanzia chiaravallesi “Mario Lodi”, “Casa dei Bambini” e “Opera Pia Cavallini”: infatti, accompagnati dalle loro maestre, hanno partecipato alla Festa dell’Albero. E quest’anno la festa si è moltiplicata, sia perché ha avuto luogo nella Giornata nazionale degli alberi, sia perché si è tenuta presso il parco “Il piccolo principe” (che è stato inaugurato per l’occasione), sia perché ha in un certo senso prolungato il significato della Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, celebrata il giorno precedente – nel 30° anniversario dell’approvazione della Convenzione sui diritti dell’infanzia da parte dell’ONU – con l’adesione del Comune di Chiaravalle alla campagna “Go Blue” promossa dall’Unicef e con l’illuminazione in blu di alcuni luoghi del centro.

Appena arrivati nel piazzale limitrofo a via Mancinelli, gli alunni hanno preso parte all’intitolazione del parco, con la scopertura della targa realizzata dal talentuoso illustratore chiaravallese Paolo Masiero: una stilizzazione del protagonista della storia di Antoine de Saint-Exupéry e della sua amica volpe, seduti su un prato sotto un cielo stellato. Poi i bambini hanno assistito alla piantumazione, da parte dei giardinieri comunali, di tre alberi in altrettanti punti del parco, uno per ciascuna scuola: alberi costellati dalle foglie di carta colorata che essi stessi hanno personalizzato con i loro nomi e pensieri. Al termine, dopo un grande e variopinto girotondo, tutte le classi hanno ricevuto gli attestati di partecipazione e una copia del Diario della Festa dell’Albero.

Oltre a costituire uno degli storici appuntamenti di Legambiente, l’iniziativa rientra nella settima edizione del calendario ecologico “No Impact Days – Chiaravalle a impatto zero” e nella programmazione comunale 2019-20 “Città di radici e di ali”. “In effetti – sottolinea l’Assessore alla Pubblica Istruzione Francesco Favi, presente assieme al Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Rita Levi-Montalcini” Lorenzo Savini – niente più del fatto che i bambini adottino degli alberi esprime la possibilità di far davvero germogliare le radici in ali, ovvero la speranza di un domani migliore per il nostro pianeta”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.