Festa di laurea nonostante i divieti: metà invitati contagiati, bambini compresi | Password Magazine

Festa di laurea nonostante i divieti: metà invitati contagiati, bambini compresi

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Immagine di archivio

JESI – Festa di laurea nonostante la pandemia, invitati finiscono contagiati.
É solo uno degli episodi venuti recentemente alla luce per il numero dei casi positivi generati.

«Le persone non hanno la percezione del pericolo che corrono e che fanno correre agli altri – è il commento di Catia Badiali, tecnico di Radiologia all’ospedale Carlo Urbani di Jesi -. Per non parlare delle cene che si organizzano con gli amici a casa. Poi quando stanno male, i pazienti riferiscono che tanto incontravano le stesse persone di sempre. Il problema è che gli altri lavorano, hanno nuovi contatti e quindi nessun amico o parente è sicuro, a meno che non viva completamente isolato».
Il risultato è una curva dei contagi che non accenna a scendere: «Lunedì (15 marzo) alle 14 inizio il turno di lavoro di pomeriggio in Radiologia del pronto soccorso – è lo sfogo della Badiali sui social  -. In attesa una paziente classe 1970, ha una brutta tosse, gli viene l’affanno persino per togliere la maglietta. Rx torace pessimo, completiamo con la tac: entrambi i polmoni hanno addensamenti a “vetro smerigliato”, tipico aspetto di infezione da Covid 19. Ho appena iniziato il turno e già mi viene lo sconforto». La situazione in ospedale è sottopressione, fuori dal Pronto soccorso ambulanze attendono in fila per ore con a bordo un nuovo paziente covid da ricoverare: «Mi affaccio al Pronto soccorso, barelle con pazienti attacchi all’ossigeno ovunque – è il commento della Badiali -. Si riesce a malapena, con un paravento, a far urinare i pazienti barellati con un minimo di privacy». E mentre accade tutto questo, c’è ancora chi sottovaluta il problema: «Un collega mi racconta di una giovane, anche essa positiva al Covid, che è andata a una festa di laurea con tanto di pranzo. Dopo una settimana dalla festa metà degli invitati, compresi i bambini, sono risultati positivi. A questo punto posso solo dire: siete incoscienti».

2 Commenti su Festa di laurea nonostante i divieti: metà invitati contagiati, bambini compresi

  1. Penso che tutti capiscano che ci sono occasioni per festeggiare anche durante il periodo della coabitazione. Naturalmente, ognuno vuole festeggiare la sua laurea e anche con i suoi amici. Tuttavia, la gente dovrebbe pensare un po’ a come festeggiare e in quale misura.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.