Quartiere in festa con il San Savino Linking Festival | | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Quartiere in festa con il San Savino Linking Festival

JESI – Il San Savino Linking Festival torna a fare da liaison tra le culture che popolano la città di Jesi. Domani 30 settembre il Piazzale San Savino farà da palcoscenico a mostre artistiche, laboratori creativi, attività sportive, giochi e cultura, per creare un luogo di incontro e di dialogo tra comunità.

L’evento, giunto alla terza edizione, è organizzato dall’Associazione Culturale Victoria, con il supporto del main sponsor “International House The Victoria Company” (IH TVC), in collaborazione con il Comune di Jesi.

“È un progetto importate che permette al quartiere di esprimersi attraverso le nazioni e le persone che lì ci abitano – commenta entusiasta il vice sindaco e assessore alla Cultura Luca Butini – o che in quel quartiere ci hanno investito”. Si tratta dunque di un progetto che mira a valorizzare e riqualificare il quartiere, facendolo diventare un punto di collegamento tra le comunità che lo abitano, le varie etnie e le culture: da qui la parola linking, dall’inglese “collegamento”.

“Con questo progetto – commenta Giuseppe Romagnoli, presidente dell’Associazione culturale Victoria Company – vogliamo raccontare ciò che sta accadendo a livello nazionale, l’immigrazione, e lo vogliamo fare celebrandola con musica, arte, colore e divertimento. In questo progetto si parla di inclusione, integrazione, internazionalizzazione e quest’anno, grazie alla partecipazione del consigliere comunale straniero Kazi Fokhul, credo che avremo una larga affluenza da parte delle varie etnie del quartiere, e non solo, per creare un piacevole intreccio di culture e tradizioni che comunicano tra di loro. Significativo è l’evento delle 17.30 che raccoglie in sé un po’ tutto il significato del Festival, l’abbraccio più grande delle Marche”.

Il programma vede il coinvolgimento anche delle scuole, a cominciare dalle 11 con “La macchina del tempo nel piazzale San Savino”, grazie al progetto Chromaesis del Comune di Jesi, facendo partecipare i ragazzi della scuola Federico II. Proseguendo poi nel primo pomeriggio con la consegna delle certificazioni linguistiche Cambridge e DELF presso il Piazzale San Savino agli alunni del Federico II. E dalle 16 in poi, i ragazzi del Liceo Artistico saranno presenti per il “Restyling della Piazza” per tirar fuori più idee e bozzetti possibili per la crescita e valorizzazione del quartiere.

“Ci saranno degli stand, sia sportivi che artistici e quest’anno anche la Proloco con il presidente Alessandro Tesei – commenta Simona Cardinali del progetto “Chromaesis” – con il torneo “Edajetira”, gioco sulla vallesina, importante per il collegamento tra Jesi e le città circostanti”.

E tanti altri appuntamenti, con voci ed esperienze che si confrontano per migliorarsi e comprendersi: ci sarà la proiezione di due video realizzati sul quartiere San Giuseppe, una visita guidata ai resti dell’Abazia di San Savino, uno spettacolo di danza cubana e un concerto di Swing.

“Sono onorato di far parte di questo progetto e cercherò di portare più comunità possibili domani – commenta Kazi Fokhul Consigliere straniero del Comune di Jesi che fa parte della comunità Bangalese – Un Festival di questo calibro per noi ha un significato profondo, per combattere i pregiudizi e le ingiustizie che noi esseri umani abbiamo commesso in passato, per non ripeterli qui e adesso e per far sì che in futuro sia soltanto un amaro ricordo””. Oggi nel quartiere dominano i colori del murale “Diverciteen” e la grande mano, monumento simbolo del quartiere e questo Festival è pensato per guardare al domani con occhi diversi per creare un luogo ricco di colori e sorrisi, un luogo di incontro e non di scontro”.

Cinque dita per cinque continenti. I tratti tribali del mondo intero si fondono, con il territorio e sul territorio. Nasce il nuovo punto di contatto multiculturale tra case colorate, spazi e persone. In Piazza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.