Fidapa, il Comune aderisce alla Carta per i Diritti della Bambina. Ed entrano nuove socie | | Password Magazine
Festival Pergolesi  

Fidapa, il Comune aderisce alla Carta per i Diritti della Bambina. Ed entrano nuove socie

Sabato l’ingresso di quattro nuove socie con la partecipazione della Presidente Nazionale Caterina Mazzella e della Presidente Distrettuale Patrizia Fedi Bonciani

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Si svolgerà questa sera, nella Sala del Lampadario del Circolo Cittadino, la Cerimonia delle Candele della sezione Fidapa Bpw di Jesi.  L’appuntamento più importante e simbolico per la vita di sezione che suggella l’ingresso di nuove socie. Una serata piacevole che vedrà molta partecipazione da parte non solo della autorità Fidapa ma anche cittadine.  Tra gli ospiti la Presidente Fidapa Nazionale Caterina Mazzella e la Presidente Distretto Centro Patrizia Fedi Bonciani, insieme al Sindaco di Jesi Massimo Bacci e rappresentanti di alcuni Club jesini.
Per questa particolare occasione, il direttivo guidato dall’Avv. Francesca Pentericci ha pensato di affidare la colonna sonora della soireè ad una eccellenza musicale della città di Jesi: la Scuola Musicale G.B. Pergolesi. La serata infatti si aprirà con il Concerto della Scuola Musicale Pergolesi diretto dal Maestro Stefano Campolucci. Faranno il loro debutto in Fidapa Luisa Diotallevi Giaccaglini, Isabella Bellagamba, Paola Morbiducci e Maria Cristina Rosi.

Sarà l’occasione anche per celebrare gli importanti traguardi raggiunti da Fidapa nel corso dell’anno: tra questi, c’è la promozione della Carta per i Diritti della Bambina, cui il Comune di Jesi ha recentemente aderito.

Si tratta di un documento unico nel panorama della cultura di genere, arrivato dal mondo Fidapa: ispirata alla Convenzione ONU sui Diritti del fanciullo del 1989, a differenza e ad integrazione di questa, che pone sullo stesso piano i due generi, la Carta dei diritti della Bambina li distingue in termini di caratteristiche e bisogni, avuto riguardo alle diverse connotazioni fisiche ed emozionali.

 «Fidapa è impegnata nella divulgazione della Carta deve essere letta come una premessa fondamentale per l’affermazione e la tutela dei diritti delle donne fin dalla nascita – spiega la presidente Fidapa Jesi Francesca Pentericci – Noi come sezione, siamo molto contente di aver trovato appoggio nella amministrazione comunale e  nell’assessore Campanelli in particolare che ne ha reso possibile l’adozione. Si tratta solo di un primo passo. Infatti in futuro ci  impegneremo a divulgarne il contenuto nelle scuole primarie di primo e secondo grado , dove è necessario agire per educare alla parità e al rispetto reciproco. Ringrazio  le socie che stanno lavorando al progetto Virginia Reni, Maria Teresa Gaetti e Fiorenza Fiorani». Soddisfatta l’assessore alle Pari Opportunità Marisa Campanelli: «Con piacere, il Comune ha aderito a questa Carta che mette al centro i diritti e il rispetto delle bambine».

 

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.