Fiere, Municipale sequestra merce abusivi: "Li abbiamo affrontati anche se in minoranza numerica" | Password Magazine

Fiere, Municipale sequestra merce abusivi: "Li abbiamo affrontati anche se in minoranza numerica"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Sono stati tre giorni di intenso lavoro per gli agenti di Polizia locale del Comune di Jesi che, sotto le direttive del Comandante Liliana Rovaldi, hanno lavorato al massimo  delle loro forze durante le Fiere. Ventotto il numero delle unità all’opera – tutte quelle disponibili – più altri due agenti di Santa Maria Nuova che, impiegabili grazie ad una convenzione attiva tra i due Comuni, hanno seguito traffico e viabilità.

“Per concentrare al meglio le energie nella lotta all’abusivismo, la Polizia locale si è divisa in due gruppi, dislocati l’uno a Porta Valle e l’altro lungo Corso Matteotti – fa sapere il Comandante Rovaldi – Tuttavia gli abusivi erano tantissimi, in sovrannumero rispetto ai noi”.

Più di un centinaio gli irregolari arrivati a Jesi con ogni mezzo – chi in treno chi con un taxi da Ancona – probabilmente tutti provenienti dalle zone del centro Africa che, durante le tre giornate, hanno occupato con il loro tappeto di merce contraffatta gli spazi non occupati dalle bancarelle. Almeno una sessantina di loro solo in Corso Matteotti nella giornata di ieri, la peggiore e la più difficile da gestire dal punto di vista della sicurezza a detta della Rovaldi. “Purtroppo, negli anni ci siamo accorti che questi abusivi sono diventati, oltreché più numerosi, anche più aggressivi, al punto che in alcuni casi nel contrastarli abbiamo rischiato la colluttazione – spiega il Comandante – Come nel caso della lite di sabato sera scoppiata tra un gruppo di irregolari davanti al Bar Snoopy: siamo intervenuti nonostante vari tentativi di aggressione. Fortunatamente in nostro soccorso sono poi intervenuti gli agenti della Guardia di Finanza”. Come strumento di difesa lo spray antiaggressione, in uso anche dalla Municipale del Comune di Rimini: “Nel vedere la bomboletta alcuni hanno desistito e si sono allontanati. Tuttavia a ben poco è servita nel pomeriggio di ieri quando abbiamo notato due cose –  spiega il Comandante – La prima è che ormai tendono a lavorare e spostarsi tutti in gruppo. La seconda è che durante le ore di meno affluenza si lasciavano anche controllare. Poi, all’aumentare dei visitatori hanno iniziato ad aprire il proprio banchetto lo stesso, ben consapevoli che tanto qualsiasi nostra azione contraria poteva mettere a rischio l’incolumità dei cittadini”. A quel punto, vista la tensione e la criticità del momento, mettendo a rischio se stessi pur di proteggere i cittadini, tutti gli agenti si sono raccolti lungo Corso Matteotti e hanno fatto una cordata anti abusivismo: “In questo modo siamo riusciti a tamponare un po’ la situazione, effettuando anche qualche sequestro e affrontando aggressioni da ogni dove e minacce ma tenendo comunque al sicuro i cittadini  – afferma Rovaldi – Una volta trattenuta la merce, alcuni di loro sono scappati perché sanno che si tratta di reato penale. L’unico rammarico, non essere arrivati in tempo per evitare lo scontro tra l’ambulante e i sette abusivi. Tuttavia, nessuno è rimasto, fortunatamente, gravemente ferito durante le Fiere”.

Tra la merce sequestrata, capi, borse, scarpe e indumenti con marchi prestigiosi ma contraffatti, venduti mediamente al prezzo di almeno 60 euro al pezzo. “Ci tengono alla merce, tanto che preferiscono andare allo scontro pur di non lasciarselo portare via”, è il commento del Comandante della Municipale. Più tranquilla la situazione a Porta Valle, dove la Municipale ha ben pensato di limitare con un nastro le aree verdi per evitare accampamenti in quelle zone. Tuttavia, gli abusivi hanno ben pensato di alloggiare in massa con tende e coperte agli Orti Pace. “Dopo tanto lavoro, dispiace leggere sui social commenti negativi sul nostro operato – è l’amarezza del Comandante –  Noi ce l’abbiamo messa tutta, in 28 contro centinaia di abusivi: abbiamo agito con tutte le forze e mettendo a rischio la nostra stessa sicurezza”.

Oltre agli abusivi, la Municipale durante le Fiere si è occupata anche vari casi di borseggio e di due bambini che si erano smarriti.

 

Chiara Cascio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.