Focolaio tra medici e infermieri all'ospedale di Urbino, chiusi due reparti | Password Magazine

Focolaio tra medici e infermieri all’ospedale di Urbino, chiusi due reparti

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

URBINO – Un focolaio tra medici e infermieri all’ospedale di Urbino. Chiusi i reparti di Cardiologia e Rianimazione, nel primo sono risultati positivi 13 sanitari nel secondo 8 sempre tra medici e infermieri. I pazienti ricoverati sono, per fortuna, tutti negativi e già stati trasferiti in altre strutture sanitarie.

In merito a quanto sta accadendo all’ospedale di Urbino, l’assessore regionale alla Sanità, Filippo Saltamartini, specifica quanto segue: «Stiamo seguendo con attenzione il focolaio Covid al reparto di Rianimazione e Cardiologia dell’ospedale di Urbino. Il personale è stato posto in quarantena e seguiamo l’evoluzione della situazione. Questa mattina il Gores ha chiesto alla Protezione Civile nazionale l’invio di medici cardiologi, anestesisti e internisti per la prosecuzione delle attività cliniche di quello che è l’unico ospedale no-covid della provincia di Pesaro e Urbino. Stiamo monitorando attentamente la questione. Una parte dei 15 pazienti ordinari di Urbino, risultati positivi al Covid, saranno trasferiti a cura dell’Asur nelle strutture abilitate alla cura del Covid-19 e i restanti verranno trasferiti a Macerata Feltria e alla RSA Galantara di Pesaro. Inoltre, abbiamo chiesto insieme al Gores l’assistenza della sanità militare per le RSA e Case di riposo di Tolentino, Esanatoglia e Recanati. Attendiamo per le prossime ore una risposta da parte della Protezione Civile e dei COI Interforze».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.