Fondazione Colocci, si volta pagina: a marzo parte il Master in Cultural Manager | | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Fondazione Colocci, si volta pagina: a marzo parte il Master in Cultural Manager

JESI – Partirà il 4 marzo il primo Master della Fondazione Angelo Colocci di Jesi organizzato dalla Business School ISTAO in collaborazione con la Fondazione “Lavoroperlapersona” ed il sostegno della Fondazione Cariverona.

È nel segno della sinergia con enti e aziende del territorio che si riscrive il futuro della Fondazione Colocci: entro la fine del 2019 concluderà la convezione con l’Università di Macerata per diventare sede di Master professionalizzanti a stretto contratto con gli enti territoriali per formare una figura in linea con le esigenze del territorio. Questo sarà dunque il primo di una lunga serie di corsi che verranno proposti dalla Fondazione, alcuni in collaborazione anche con l’Università di Camerino.

Ma andiamo nel dettaglio del Master in “Cultural Heritage Manager”.

Il corso è rivolto ai laureati in discipline umanistiche ed economico-giuridiche con una spiccata propensione e interesse per il settore della cultura.  Il percorso di studi ha la durata di un 9 mesi così suddivisi: 4 mesi di lezioni frontali in aula (420 ore), 1 mese di Team Project Work (120 ore) e 4 mesi di stage (640 ore). Il Master ha l’obiettivo di formare un professionista nella progettazione e gestione di progetti complessi; un manager capace di interagire tra saperi umanistici e tecnici, di muoversi tra i principi dell’economia e delle politiche culturali in una prospettiva sia nazionale che comunitaria. Al termine del corso il CH Manager sarà in grado di gestire e organizzare eventi culturali; costruire un business plan per progetti turistici e di sviluppo territoriale; avviare start-up nell’ambito dell’impresa culturale e creativa; implementare strategie di marketing digitale; intercettare finanziamenti europei diretti e indiretti; promuovere e utilizzare agevolazioni fiscali per la cultura, come l’Art Bonus.  A fianco degli organizzatori del Master si sono resi disponibili ad ospitare gli stage alcuni importanti enti del territorio tra i quali i Comuni di Jesi e Gradara, l’Associazione Arena Sferisterio, Garofoli Vini, L’Istituto Marchigiano di Enogastronomia, La Fondazione Marche Cultura, Il Consorzio Marche Spettacolo, L’Eco Musei della Val d’Aso, la società Utopic, la Società Cooperativa Fuori Porta srl e la 999Foundation.

Per partecipare è necessario compilare il modulo online disponibile su www.istao.it entro il 25 febbraio. Il Master in CULTURAL HERITAGE MANAGER è completamente gratuito, a ciascun partecipante che abbia frequentato più del 70% delle lezioni verrà consegnato l’attestato di partecipazione e avrà diritto al rimborso spese finali pari a 600€. Le lezioni avranno luogo ad Ancona presso la sede dell’ISTAO di Villa Favorita e a Jesi presso la sede della Fondazione Colocci.

INFO: Istao, tel.071/2137011, Villa Favorita, via Zuccarini, 15 – Ancona

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.