Fondazione Federico II Hohenstaufen, insediato il nuovo comitato scientifico | Password Magazine
Festival Pergolesi

Fondazione Federico II Hohenstaufen, insediato il nuovo comitato scientifico

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Fondazione Federico II Hohenstaufen, c’è il nuovo comitato scientifico. Si è svolta ieri al Polo enogastronomico di via Conti la cerimonia di insediamento del neo composto gruppo di esperti che per i prossimi sette anni si occuperanno di offrire nuovi stimoli per promuovere la figura e le gesta dell’imperatore svevo.
Il nuovo comitato è composto da Anna Falcioni, Edoardo D’Angelo, Tommaso di Carpegna Falconieri, Francesca Roversi Monaco, Paolo Grillo, Loretta Fabrizi e Francesco Pirani.

20200919_195450
Da sinistra, il presidente Paolo Mariani con il vice sindaco Luca Butini

A presiedere la cerimonia il presidente della Fondazione Paolo Mariani, affiancato dalla Direttrice del Centro Studi Franca Tacconi: presenti il vice sindaco e assessore alla Cultura Luca Butini, l’ad della start up che gestisce il museo Federico II Stupor Mundi Fabrizio Renzi, rappresentanti delle associazionismo locale tra cui Cristiana Uncini e Monica De Pau per Fidapa Jesi,  Maria Paola Corinaldesi per Touring Club e poi Archeoclub, Rotary Jesi e Lions Jesi.

20200919_205754
La consegna da parte di Fabrizio Renzi (a sinistra), ad Museo Federico II Stupor Mundi, a Edoardo d’Angelo
20200919_205722
Maria Paola Corinaldesi (Touring Club) consegna la spilletta a Tommaso di Carpegna Falconieri 

Costituito il nuovo comitato, il presidente Mariani ha parlato di una «ottimizzazione dei risultati che è certa quando si lavora insieme, ciascuno nella specificità ed esperienza maturata» augurando un buon lavoro alla nuova squadra. «Federico II dovrà diventare una coccarda che tutti gli jesini potranno esibire, un salto di qualità che va percepito sul territorio» ha aggiunto il vicesindaco Butini insistendo sul concetto di sinergia sposato anche da Maria Paola Corinaldesi di Touring Club per il «superamento dei campanilismi mentali»  e da Fabrizio Renzi del Museo Stupor Mundi che intravede già «nuovi imput da trasformare in idee da concretizzare».

 

Infine, a tutti i componenti del comitato scientifico è stata donata una spilla raffigurante un falco, realizzata dal artigianalmente dal laboratorio orafo di Maria Marchegiani.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.