Fondazione Pergolesi Spontini: i risultati della 45^ Stagione Lirica

JESI – La Fondazione Pergolesi Spontini ha presentato alla stampa i risultati del XII Festival Pergolesi Spontini e della 45esima Stagione Lirica di Tradizione: quattro i titoli d’opera prodotti, di cui tre con le scene costruite a Jesi nel Laboratorio Scenografico della Fondazione, 20 gli eventi tra opere e concerti, oltre 9500 gli spettatori, dal 90 al 97% la copertura dei posti disponibili nei teatri con capienze dai 150 ai 680 posti, 30.100 le giornate lavorative erogate, oltre 570 le maestranze contrattualizzate nelle produzioni liriche. Più della metà dei 530 fornitori sono locali. 1510 gli studenti coinvolti con il progetto “Ragazzi all’opera”.

Nel corso della conferenza stampa, il CEO del Walton Art Center, Peter Lane, e l’AD della Fondazione, William Graziosi, hanno anticipato il sodalizio tra  l’Artosphere Festival in Arkansas (USA) – promosso e sostenuto dalla famiglia Walton – ed il Festival Pergolesi Spontini a Jesi, nell’ambito di “una rete di collaborazioni internazionali che possano unire le principali realtà culturali del mondo sotto il segno dell’arte, della natura e della sostenibilità ambientale”.

La Fondazione Pergolesi Spontini è una azienda culturale di produzione e servizi per il territorio, fortemente radicata in Vallesina, nota a livello nazionale ed internazionale per una produzione lirica di elevata qualità artistica e per le attività di ricerca e di valorizzazione dell’opera dei due compositori Giovanni Battista Pergolesi e Gaspare Spontini. La conferma viene dai numeri dell’attività di produzione lirica del 2012, nelle due manifestazioni riconosciute e sostenute dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali: il XII Festival Pergolesi Spontini, dedicato ai due Autori (uno dei 40 festival finanziati dal Fus), e la 45esima Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi (tra i 26 Teatri di Tradizione finanziati dal Fus).

A pochi giorni dalla chiusura della Stagione Lirica, il Presidente della Fondazione e Sindaco di Jesi, Massimo Bacci, l’Amministratore Delegato William Graziosi e il Direttore Artico Gianni Tangucci hanno voluto tracciare un bilancio delle due manifestazioni nel corso di una conferenza stampa al Teatro Pergolesi di Jesi, alla presenza del consigliere regionale Fabio Badiali e di due illustri ospiti in questi giorni in visita alla Fondazione: Peter Lane, CEO del Walton Arts Center (Arkansas – USA), e Corrado Rovaris, Direttore musicale della Philadelphia Opera Company e dell’Artosphere Festival Orchestra, che lo scorso settembre diresse a Jesi “La Fuga in maschera” di Spontini.

Nel corso della conferenza, Peter Lane ha espresso la volontà del Walton Arts Center di mettere a punto assieme alla Fondazione Pergolesi Spontini un innovativo progetto di collaborazione artistica tra l’Artosphere Festival in Arkansas ed il Festival Pergolesi Spontini a Jesi, nell’ambito di “una rete di collaborazioni internazionali, nell’intento di unire le principali realtà culturali del mondo sotto il segno dell’arte, della natura e della sostenibilità ambientale”.  L’Artosphere Festival è organizzato dal Walton Art Center, un centro artistico multidisciplinare, con sede a Fayetteville in Arkansas, promosso e sostenuto dalla famiglia Walton proprietaria della multinazionale americana Walmart Stores Inc e dell’omonima catena di negozi al dettaglio Walmart, la più grande catena operante nel canale della grande distribuzione organizzata.

Passando ai dati del 2012, la Fondazione Pergolesi Spontini, solo con le proprie attività di produzione lirica, ha offerto lavoro a oltre 570 persone, molti dei quali giovani artisti formati ai molteplici mestieri dello spettacolo dal vivo nei conservatori e nelle accademie di Belle arti della regione: tra Festival e Lirica, sono state coinvolte circa 460 maestranze artistiche, 90 maestranze tecniche, ed una ventina di persone nell’organizzazione. 30.100 sono state le giornate lavorative erogate.

Quattro i titoli d’opera prodotti quest’anno, con la prima esecuzione assoluta dell’opera di Gaspare Spontini “La Fuga in maschera” e tre titoli della grande tradizione operistica quali “I Puritani” di Vincenzo Bellini (assente dal palcoscenico jesino da 161 anni), “Macbeth” di Giuseppe Verdi e “Lucia di Lammermoor” di Gaetano Donizetti. Tre titoli sono nuovi allestimenti interamente costruiti nel Laboratorio Scenografico della Fondazione, a Jesi (con giovani maestranze marchigiane). Venti gli eventi proposti a Jesi e in Vallesina nel Festival Pergolesi Spontini e nella Stagione Lirica, seguiti da oltre 9500spettatori che hanno gremito i teatri (con capienze dai 150 ai 680 posti) con una copertura dei posti disponibili dal 90% al 97%. Oltre 1500 sono stati i ragazzicoinvolti attraverso il progetto “Ragazzi all’opera”. Più della metà dei 529 fornitori coinvolti negli allestimenti sono locali: 184 della Vallesina, 133 delle Marche, 192 nazionali, 20 esteri.

Nel 2012, la Fondazione si è confermata il primo teatro nelle Marche, e tra i primi in Italia, per numero delle coproduzioni che hanno consentito di abbassare i costi di produzione e di far circuitare le sue produzioni in numerose città: le coproduzioni  hanno interessato enti lirici nazionali (Teatro Lirico G. Verdi di Trieste, Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova Napoli, Teatro San Carlo di Napoli), teatri di tradizione quali i Teatri Del Circuito Lirico Lombardo (Teatro A. Ponchielli di Cremona, Teatro Sociale di Como, Teatro Grande di Brescia, Teatro Fraschini di Pavia), il Teatro Coccia di Novara, il Teatro Alighieri di Ravenna, e teatri di lirica ordinaria quali il Teatro dell’Aquila di Fermo.

 

“I risultati conseguiti dalla Fondazione Pergolesi Spontini – ha fatto sapere a margine della conferenza stampa l’assessore regionale ai Beni e alle Attività culturali Pietro Marcolini – attraverso la qualità del suo Festival, la Stagione Lirica di Tradizione e l’ampio spettro di attività culturali, formative e internazionali correlate, trovano il pieno apprezzamento da parte della Regione Marche, la quale in un periodo di drastica riduzione delle risorse finanziarie disponibili ha mantenuto invariato per il 2012 il sostegno all’ente pari a oltre 200.000 euro, confermandone il riconoscimento tra i soggetti di primario interesse regionale. Salvaguardare l’importanza della proposta culturale della Fondazione jesina dovrà essere lo sforzo del prossimo futuro, da conseguire anche sviluppando un circuito lirico-sinfonico veramente regionale che consenta di qualificare l’offerta ed ottimizzare costi e sinergie”.

Nel dettaglio, 4.830 persone circa hanno seguito il XII Festival Pergolesi Spontinipari al 97% della copertura dei posti disponibili nei vari spazi del Festival  itinerante. Si è inoltre registrato un 23% circa in più di incasso rispetto al preventivo. Da segnalare, tra il pubblico dell’opera “La fuga in maschera”, anche i198 partecipanti al progetto “Ragazzi … all’opera”.

Con la Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi, la Fondazione Pergolesi Spontini svolge un ruolo importante per la tutela della tradizione storica e musicale. Da segnalare per il 2012 l’omaggio ai tre grandi compositori italiani dell’Ottocento (Bellini, Verdi e Donizetti), e la prosecuzione del “Progetto Svoboda” che ha portato alla ricostruzione di alcuni tra i più celebri allestimenti realizzati in Italia dallo scenografo boemo. 4.560 sono stati gli spettatori delle tre opere,  per un 90% della copertura dei posti disponibili al Teatro Pergolesi. Oltre 1300 i partecipanti al progetto “Ragazzi … all’opera”, in larga parte studenti delle scuole superiori.

Festival e Stagione Lirica sono state seguite dai giornalisti delle principali testate ed emittenti nazionali, tra i quali Rai Uno, Rai Tre, La7, Sky, Corriere della Sera, La Repubblica, Sole 24 ore, Il Giornale, L’Unità, Il Manifesto, Espresso, Foglio, Liberal, Milano Finanza, Il Messaggero, QN, e dalle testate specializzate italiane ed estere, in particolar modo europee, con inviati da Francia, Austria, Germania, Inghilterra, Spagna,  Giappone. Nei prossimi mesi, il National Geographic Channel trasmetterà riprese del “Macbeth” allestito al Pergolesi; su Sky Classica sarà tramessa integralmente “La Fuga in maschera” di Gaspare Spontini, e proseguirà la messa in onda delle opere di Giovanni Battista Pergolesi allestite a Jesi nell’ambito delle Celebrazioni Pergolesiane tra il 2010 ed il 2011.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*