Fondi pro terremotati, la raccolta del comune va a rilento | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Fondi pro terremotati, la raccolta del comune va a rilento

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – La raccolta fondi cui ha aderito il comune di Jesi, avviata lo scorso Natale alla cena al Mercato delle Erbe, va a rilento. Ad ammetterlo è il sindaco Massimo Bacci: “La raccolta purtroppo sta andando avanti con lentezza, bisognerebbe darle concretezza anche perché la cifra da raccogliere è di 300mila euro”. Soldi che servirebbero per realizzare a Spelonga di Arquata una struttura di aggregazione, antisismica, luogo di ritrovo culturale e ricovero di opere d’arte. Chi volesse contribuire può farlo versando al contro corrente della tesoreria del comune di Jesi, IT68F0605521205000000016880, specificando la causale “Raccolta fondi pro Arquata” in tutti gli sportelli bancari.

Intanto è stata presentata un comune la cena benefica che si terrà sabato 8 aprile al Circolo Cittadino: l’occasione, su invito, è dell’associazione Arma di Cavalleria che vuole raccogliere fondi per il restauro della cornice della pala d’altare del Seicento della chiesa di San Stefano Magno di Ascoli Piceno.

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.