Fondo sociale, ancora indefinite le risorse per il 2015

ANCONA – Si è svolta stamattina la manifestazione promossa dal Comune di Jesi – tra cui anche le liste civiche di maggioranza Jesiamo e Patto x Jesi – e Ambito Territoriale Sociale 9 per richiedere alla Regione il ripristino totale dei finanziamenti regionali per il settore sociale. La mobilitazione ha visto una nutrita partecipazione, quasi un centinaio i manifestanti: erano presenti i Sindaci dell’Ambito Territoriale Sociale 9, diversi assessori e consiglieri comunali della Vallesina, insieme a disabili, numerosi familiari, operatori del sociale e dipendenti delle cooperative sociali che vivono direttamente le difficoltà ed i tagli del settore. A rappresentare la Giunta comunale Jesi, l’assessore ai Servizi sociali Marisa Campanelli.

“L’incontro tra i Sindaci dell’Ambito Territoriale Sociale 9 di Jesi con il Presidente della Giunta Regionale Luca Ceriscioli ha ottenuto risultati parziali”, fa sapere il Comune di Jesi. Il presidente Ceriscioli ha riconfermato infatti l’impegno a ripristinare i fondi per il sociale che erano stati tagliati dalla Regione sul bilancio 2015. Rimangono però tutte le preoccupazioni dei Sindaci anche perché, a ottobre inoltrato, ancora non si conoscono gli importi dei fondi destinati al sociale per il 2015. Contemporaneamente, la Regione ha erogato, sempre per il 2015, solo 586 mila euro contro i 3 milioni e mezzo circa erogati nel 2014 ai Comuni dell’ambito 9. L’Asp9 ha comunque continuato ad erogare i suoi servizi sul territorio anche per il 2015, senza la certezza – ma con la promessa fatta in campagna elettorale da Ceriscioli –  di ricevere gli stessi fondi.

Proprio per evitare il taglio dei servizi, destinati alla parte più fragile della popolazione (minori, anziani, disabili), i Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale 9 di Jesi si sono accollati la spesa dei servizi erogati fino ad oggi, ma gravemente compromessi da qui alla fine dell’anno se la Regione non manterrà gli impegni presi relativi al loro ripristino totale.

Comprensibili quindi le preoccupazioni dei Sindaci che oggi si sono recati presso la Regione, in occasione della riunione del Consiglio Regionale, per chiedere alla Regione il ripristino totale dei finanziamenti per il sociale per l’anno 2015 e di conoscere con chiarezza le decisioni della Regione sulle politiche del settore sociale anche per il triennio 2016-2018.

Il presidente della Regione Luca Ceriscioli ed il Presidente del Consiglio Regionale Antonio Mastrovincenzo si sono subito resi disponibili per ricevere la delegazione dei Comuni.

“Devo dire che la delegazione interlocutoria di stamattina in Consiglio regionale, alla presenza di Ceriscioli e dei consiglieri Giancarli, Busilacchi e Volpini, non ha dato gli esiti sperati: il Governatore non ha detto nulla di più di quel che già sapevamo – commenta Paolo Cingolani, consigliere e presidente di Jesiamo – Il Presidente ha sì confermato il suo impegno nel garantire i fondi ma,alla richiesta di quantificare le cifre, ha precisato che occorre attendere l’assestamento di bilancio dopo la parifica da parte della Corte dei Conti”.

E sul 2016, la situazione si fa ancora più incerta: “Quando abbiamo chiesto se per il prossimo anno e per i quattro successivi di programmazione, l’intenzione è quella di restituirci un fondo di 35 milioni di euro, pari a quello erogato nel 2014 e auspicato per il 2015, necessario per la gestione di servizi di qualità sul territorio, Ceriscioli ha risposto di non poter parlare ancora di numeri ma che sicuramente lo Stato manderà dei fondi destinati al sociale, bypassando la Regione. Nessuna certezza, dunque, e nulla di nuovo”.

Di tutt’altro parere sembrerebbe invece il Comune di Castelbellino. Su Facebook il vice sindaco Massimo Costarelli commenta così l’incontro di stamattina: “Ero convinto che il Presidente Luca Ceriscioli avrebbe mantenuto gli impegni. Ed infatti, stamattina ci ha confermato il reintegro completo dei fondi per il sociale. Punto. Stamattina si è notata in maniera palese la differenza con il passato. Abbiamo una guida certa e competente alla guida della Regione. Per questo è stato scelto. Per questo l’ho scelto”.

 

Chiara Cascio

 

Foto da: pagina facebook “Luca Ceriscioli Presidente”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*