Furti nei centri commerciali, identificate e denunciate due borseggiatrici | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Furti nei centri commerciali, identificate e denunciate due borseggiatrici

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

 

SENIGALLIA – I Carabinieri della Compagnia di Senigallia coordinati dal Maggiore Cleto Bucci hanno denunciato due giovani donne di 26 e 27 anni, entrambe residenti a Rimini, esperte borseggiatrici che avevano colpito nei centri commerciali di Senigallia. Le due ladre, note alle forze dell’ordine per i reati di furto aggravato dalla destrezza e indebito utilizzo di carte di pagamento, sono state identificate al termine di una complessa indagine. Le indagate sono due specialiste del “borseggio” nei centri commerciali. Prezioso, per giungere alla loro identificazione, il contributo fornito dalle immagini registrate delle telecamere di sicurezza messe a disposizione dai direttori dei megastore. I reati contestati, conseguenti a tre borseggi, risalgono all’estate scorsa e sono stati commessi a Senigallia. I Carabinieri della locale Stazione dopo aver ricevuto le denunce hanno provveduto ad acquisire dai vari negozi le registrazioni video, che hanno consentito di individuare i momenti salienti dei furti, ma nulla potevano rivelare sull’identità delle ladre, praticamente sconosciute a Senigallia. Sono state quindi estrapolate alcune snapshots che in seguito sono state inviate a tutti i Comandi Carabinieri sul territorio nazionale. In questo modo alle due donne immortalate dalle telecamere è stata data una identità. Sono ritenute responsabili dei furti con destrezza di un portafogli contenente 80 euro, carte di credito e documenti, di una 68enne di Ostra Vetere (AN). Il furto era stato commesso il 14 luglio scorso mentre la vittima stava facendo spesa col marito all’Ipersimply di Senigallia. Un attimo di distrazione tra gli scaffali è risultato fatale, tanto è bastato infatti alle due borseggiatrici per sottrarre il portafogli lasciato dalla vittima nella borsa poggiata nel carrello della spesa. Il giorno dopo il portafogli è stato restituito alla derubata, in quanto rinvenuto per terra e recapitato ai Vigili Urbani, comunque con i soli documenti. Fortunatamente la vittima era riuscita a bloccare in tempo le carte di pagamento.

Altri furti loro addebitati, quello di un portafogli contenente 100 euro e carte credito ai danni di una 46enne di Senigallia, consumato il 18 agosto 2016 nel negozio “Paprika” all’interno dell’Ipersimply; un portafogli contenente carte credito e di pagamento, avvenuto il 14 agosto, ai danni di una commessa del negozio “Lavable” nel centro commerciale “Il Maestrale” di Senigallia. In questo caso, le due ladre, utilizzando indebitamente la carta bancomat appena rubata alla commessa, prima che la stessa la bloccasse, erano riuscite ad eseguire un prelievo di 250 euro dallo sportello bancomat della Bcc di Suasa sulla statale Adriatica. Le due ladre risponderanno quindi anche di indebito utilizzo di carte di pagamento, reato introdotto con una legge speciale del 2007 che prevede una pena analoga alla ricettazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.