Furto al Museika: rubati cibo, liquori e anche il denaro della beneficenza

MOIE – Furto al Museika, lo chalet-bar di via Chiusa, a Moie, luogo di richiamo per giovani, turisti e visitatori grazie a un programma stagionale di eventi di musica live e appuntamenti gastronomici.
I ladri hanno agito nella notte compresa tra domenica e lunedì, presumibilmente nella fascia oraria che va dalle 3 e alle 4, subito dopo la chiusura.

«Hanno atteso che chiudessi il locale. Poi hanno manomesso la telecamera di videosorveglianza, in modo che non potessero essere ripresi durante il furto – ci racconta Orietta, gestore del Museika e mamma della nota modella Nancy Bernacchia – Poi sono entrati nello chalet forzando la finestra della cucina e hanno messo tutto in disordine, rovistando dappertutto». I banditi hanno rubato il fondo cassa, selezionando accuratamente banconote e monete di taglia non inferiore ai 50 centesimi. Poi hanno preso il salvadanaio per le donazioni a sostegno di iniziative di solidarietà dedicate ai malati di sclerosi multipla e gettato nel lavandino, quasi per sfregio, il barattolo contenente i centesimi.
Dalla cucina hanno portato via salumi e generi alimentari tra cui delle piadine. Hanno avuto il tempo anche di farsi un panino. Poi hanno forzato le vetrinette dei liquori e fatto razzìa di bottiglie. Qualcuna se la sono anche scolata, abbandonandola poi nel prato che circonda la struttura in legno: «Poi deve essere successo qualcosa che li ha fatti scappare, perché l’indomani abbiamo ritrovato alcune monete e cibo a terra, come se fossero all’improvviso fuggiti in fretta e furia, seminando nella corsa parti della refurtiva – conclude Orietta – Probabilmente, è stato l’arrivo della macchina della sorveglianza privata a spaventarli. Quando la mattina del lunedì siamo arrivati allo chalet, è stato devastante vederlo ridotto in quel modo. Già una volta avevano provato a rubare ma eravamo arrivati in tempo per scacciarli.  Questa volta è andata diversamente ma non ci siamo scoraggiati: ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo rimesso tutto in ordine, pronti ad accogliere i nostri clienti».  Il furto è stato denunciato ai carabinieri per le indagini di rito.

A cura di Chiara Cascio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*