Furto all'azienda Baldi, arrestati gli autori | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Furto all'azienda Baldi, arrestati gli autori

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – L’azienda Baldi invia una nota di ringraziamento per l’Arma dei Carabinieri nell’apprendere che alcuni membri della banda, autori del furto dell’aprile 2014, sono stati assicurati alla giustizia.

“La Baldi ringrazia l’Arma dei Carabinieri ed esprime soddisfazione nell’apprendere che alcuni membri della banda, che nell’Aprile scorso tentarono di rubare ingenti quantità di nostri prodotti, sono stati assicurati alla giustizia.

Abbiamo avuto notizia che il Tribunale Ordinario di Trento ha emesso la richiesta di rinvio a giudizio a carico di diverse persone tra cui figurano dei responsabili del tentato furto alla Baldi s.r.l. del 25 aprile 2014.

La banda sarebbe composta di 10 persone, tutte domiciliate nella provincia di Foggia, e avrebbe colpito numerose aziende tra le Marche e il Trentino Alto Adige mettendo a segno colpi anche da 200.000 € di bottino. Nel tentato furto alla Baldi i ladri avevo gravemente danneggiato la parete esterna dello stabilimento riuscendo ad intrufolarsi in una delle celle refrigerate dove sono contenuti salumi e formaggi. Da li erano riusciti a trasportare all’esterno dei prodotti, accatastandoli su bancali di legno e pronti per essere trasportati presso qualche ricettatore. L’intervento della vigilanza e dei Carabinieri ha messo in fuga la banda poco prima che potessero ultimare le operazioni di carico della merce su un camion che avevano fatto appositamente arrivare. I danni alla struttura e alle merci sono ammontati a diverse migliaia di euro, infatti le merci essendo uscite dal circuito del freddo non possono più garantire gli standard di qualità che ci imponiamo alla Baldi S.r.l. Si è trattato del decimo tentativo di furto in poco più di 2 anni, segno che il nostro territorio è ormai preso di mira da ladri più o meno organizzati, ma comunque sempre dannosi e molesti. Si legge in questi giorni sui giornali che altri ladri stanno prendendo di mira aziende del territorio. La notizia di questo arresto perciò arriva provvidenziale ad alimentare la speranza che le forze dell’ordine possano essere sempre più efficaci nella nostra protezione.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.