Furto all'Ipersimply, ladri arrestati dopo folle inseguimento in città | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Furto all'Ipersimply, ladri arrestati dopo folle inseguimento in città

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Un inseguimento da film nel centro della città. Sangue freddo e nervi saldi hanno permesso ai Carabinieri di chiudere l’0perazione nel migliore dei modi. Tutto si è svolto a Jesi nella tarda mattinata di ieri, quando due giovani, entrati nel centro commerciale IperSimply di via Don Minzoni, hanno prelevato dagli scaffali alcune bottiglie di superalcolici secondo il seguente modus operandi: alla cassa automatica si sono presentato con un acquisto minimo ed effettuato regolarmente mentre il resto veniva furbamente nascosto dentro una borsa. Purtroppo per i due ladruncoli, però, l’agente addetto al controllo ne seguiva le mosse e, accortosi del furto consumato, ha subito tentato di bloccarli. I due, vistisi scoperti, dopo aver dato uno spintone all’addetto alla vigilanza hanno cercato di guadagnare una via d’uscita e, una volta saliti sulla loro autovettura, tentavano di dileguarsi, non prima di aver rischiato di investire l’addetta al controllo.

Un equipaggio del radiomobile, composto dal V.Brig. Gilberto Marcantognini e l’App. Salvatore Pizzardi, allertato nel frattempo, avendo assistito alla scena, decide di intervenire sbarrando la strada ai due fuggitivi che però con una manovra repentina riescono a fuggire.

Ne nasce un inseguimento a folle velocità per le vie del centro, durante il quale i due soggetti creano serio pericolo per la circolazione stradale, costringendo molti automobilisti a manovre di salvataggio.

Durante la corsa, i due pensano bene di disfarsi anche della refurtiva e la lanciano dal finestrino, colpendo un’autovettura Citroen in sosta a cui procuravano notevoli danni alla carrozzeria.

I Carabinieri, abilmente diretti dal Maresciallo Roberto Scarpone e coordinati dal Ten. Maurizio Dino-Guida, consapevoli di trovarsi di fronte a due soggetti pronti a tutto pur di assicurarsi l’impunità, non demordono e decidono di costringerli ad intraprendere una strada poco trafficata e con poche vie di fuga. La strategia è risultata vincente, tanto che, dopo circa 20 minuti di inseguimento, l’Opel Meriva viene incastrata in via Ancona e bloccata.

I due fuggitivi vengono fatti scendere ed identificati in due giovani giostrai di 21 e 24 anni rispettivamente domiciliati in Jesi e Recanati.

A questo punto i due vengono trasferiti in caserma per gli accertamenti conseguenti, al termine dei quali vengono tratti in arresto per rapina in concorso.

Ma poiché durante la perquisizione sul mezzo  i militari rinvengono altre bottiglie di superalcolici, rubati poco prima in un altro centro commerciale di Jesi, viene loro contestato anche il furto in concorso.

Nei confronti dei due soggetti, benché incensurati, il PM di turno ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del rito direttissimo fissato per la giornata di oggi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.