Gelmini in Regione: «Avanti con campagna vaccini, maggio sarà mese di riaperture» | Password Magazine

Gelmini in Regione: «Avanti con campagna vaccini, maggio sarà mese di riaperture»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

ANCONA – «Le Marche hanno pagato un prezzo altissimo, con quasi 2800 vittime in un anno, ma stiamo vedendo la fine dell’incubo anche grazie al buon lavoro che questa Regione sta conducendo nella campagna vaccinale, soprattutto sulla fascia degli over 80 che per il 50% hanno già ricevuto la seconda dose. Elemento fondamentale e decisivo per poter programmare le riaperture in sicurezza, insieme al dato sui contagi».

Così ha dichiarato il ministro Mariastella Gelmini, in visita oggi a Palazzo Raffaello dove ha incontrato il presidente delle Marche Francesco Acquaroli: «Il Governo è pronto a riaprire qualcosa già dal 20 aprile, stiamo valutando. Maggio sarà il mese delle riaperture».

RICOSTRUZIONE. Far camminare ricostruzione e sviluppo di pari passo per risollevare l’economia marchigiana e frenare la desertificazione economica e sociale, causata dalla crisi pandemica e ancor prima dal sisma.
Questa la linea programmatica che il presidente Acquaroli intende portare avanti d’intesa con il Governo centrale, dopo l’incontro di questo pomeriggio con il ministro, cui hanno preso parte anche il commissario straordinario per la ricostruzione Giovanni Legnini e l’assessore regionale Guido Castelli.

«La visita di oggi e ciò che è emerso nelle riunioni con il presidente Acquaroli e il Commissario alla Ricostruzione Legnini –  ha aggiunto Gelmini– mi hanno offerto ottimi spunti di riflessione. C’è da lavorare sodo per la programmazione del Recovery Fund per la ricostruzione, sui cui dobbiamo incardinare 1 miliardo e 700 milioni di euro e i presupposti perché il Governo assicuri un supporto alle Regioni terremotate del Centro Italia. In tal senso ritengo un’idea brillante la proposta di una ZES (Zona Economica Speciale) per le Marche, sul modello applicabile in Sud Italia, proprio per evitare che questa regione e il Centro Italia scivolino su parametri economici negativi, di questo ne parlerò con il ministro Carfagna. Sono convinta quindi che le proposte del Presidente Acquaroli vadano ascoltate dal Governo».  Infine il Ministro ha espresso l’apprezzamento per il lavoro svolto dalle Regioni e dal Commissario Legnini sulla ricostruzione post-sisma, improntato alla semplificazione delle procedure e alla trasparenza, «una modalità di lavoro che dovrebbe costituire un modello da esportare».

«Ad oggi sono ancora 80 i comuni del cratere, condizionati da cinque anni nella quotidianità dal sisma – sono le parole del Governatore -. Se da una parte risultati importanti si stanno raggiungendo, dall’altro occorre far camminare una programmazione forte che consenta a questi territorio di tornare a una capacità di sviluppo, di attrazione, di garantire occupazione per fermare la tendenza a una desertificazione economica e sociale. Tema centrale quello delle infrastrutture «sia per la competitività dei territori che per la fruibilità dei servizi, non ultimo il collegamento tra strutture ospedaliere. Ci sono poi tutte quelle condizioni che possono essere sostenute da agevolazioni fiscali e introduzione di manovre quale la Zes (Zona Economia Speciale) e poi c’è la grande partita del Recovery found». Per l’assessore Castelli, quella del terremoto è una questione nazionale: «Abbiamo chiesto al ministro Gelmini un’attenzione particolare che deriva dalla constatazione che l’Italia centrale è in una crisi profondissima e il terremoto centra molto». Un concetto ribadito anche dal commissario Legnini: «Lo stato della ricostruzione può dirsi ormai decollato e transitato in fase matura ma occorre superare il dualismo tra ricostruzione e sviluppo. Le due gambe vanno fatte camminare insieme e non più separatamente, esiste un’ opportunità straordinaria che è nelle mani del governo e dell’Unione Europea, le Regioni hanno formulato proposte precise che auguriamo trovino sbocchi importanti».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.