Gianangeli (M5S) vittima di minacce, lo sfogo sui social: "Gesto intollerabile" | | Password Magazine

Gianangeli (M5S) vittima di minacce, lo sfogo sui social: “Gesto intollerabile”

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Minacce all’ex consigliere comunale e portavoce del Movimento 5 Stelle Massimo Gianangeli, al centro della recente polemica per aver sostituito il candidato sindaco grillino Bertini al dibattito organizzato ieri sera al Palazzo dei Convegni. Fischi e contestazioni aperte nei suoi confronti che hanno costretto il gruppo dei Cinque Stelle ad abbandonare il confronto.

Gianangeli costretto ad abbandonare il tavolo dei relatori

A questo si aggiungono anche le minacce personali arrivate a Gianangeli:

“Non mi sorprendono gli attacchi politici che anzi mi motivano ancora di più ad andare avanti per cercare di difendere i cittadini ed i loro diritti – è il commento di Gianangeli sui social – Non tollero però che qualche “meschinello” arrivi alle minacce personali, come mi è accaduto ieri sera”.

Poco prima del dibattito, il portavoce grillino – proprio ieri nominato assessore in pectore in un eventuale giunta Bertini – è stato vittima di minacce: “Sono stato avvicinato da una persona che con un fare aggressivo mi ha lanciato minacce esplicite. Quando dallo scontro politico si passa a toni eccessivi, che addirittura compromettono la propria incolumità e sicurezza personale, vuol dire che qualcosa non va”.

Gianangeli ha poi dichiarato di aver preso provvedimenti: “Ho già informato l’autorità di polizia giudiziaria perché, secondo me, chi non rispetta la legge va perseguito. Senza se e e senza ma. Non vorrei che la politica a qualcuno dia alla testa e spinga i comportamenti ben oltre il limite della accettabilità e della correttezza”.

C’è preoccupazione per i toni eccessivi che stanno caratterizzando questa campagna elettorale: “Ne va a scapito della città perché non si riesce a discutere dei veri problemi e dei bisogni dei cittadini – afferma Gianangeli – Invito tutti ad abbassare i toni, perché noi cittadini abbiamo bisogno che la politica si occupi dei problemi della gente e non delle beghe tra politici”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.