Giancarlo Esposto pubblica il suo nuovo libro "Io e Francesco" | | Password Magazine

Giancarlo Esposto pubblica il suo nuovo libro "Io e Francesco"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Da pochi giorni è possibile trovare nelle librerie il nuovo romanzo di Giancarlo Esposto, dal titolo “Io e Francesco”, edito dalla Prospettiva Editrice di Civitavecchia.

“Io e Francesco” è la storia di Giovanni, uno di quei giornalisti che hanno sempre la valigia pronta dietro alla porta, perché in piena notte può arrivare una telefonata dal giornale e devi prendere il primo aereo, perché c’è stato un attentato alla stazione Atocha di Madrid. Oppure c’è stato un terremoto in Turchia o magari devi metterti subito in auto perché è scoppiato un treno carico di gpl alla stazione di Viareggio.
Da inviato speciale, Giovanni aveva perfino rischiato la vita per raccontare gli orrori della guerra di Bosnia.
Dopo aver passato una vita a parlare di morte e di morti, a sfidare la morte per un assurdo destino era in gioco la sua vita, aveva scoperto di essere gravemente malato.
Quello che poteva essere il suo ultimo viaggio, per scrivere il suo ultimo articolo, lo aveva portato prima a Madrid, poi a Lisbona, quindi a Fatima.
Là aveva incontrato Francesco, un uomo anziano dall’età indefinibile, che sembrava aspettare proprio lui:
“Tu non sei capitato a caso qui a Fatima. Non sei venuto per pregare, sei venuto per dare un senso alla tua vita, ma soprattutto alla tua morte”.
Quell’incontro avrebbe cambiato per sempre la sua vita.

I temi principali di questo racconto sono la guarigione del corpo, ma soprattutto dell’anima.
Giancarlo Esposto, iscritto all’Albo dei Giornalisti dal 1985, è noto per la sua attività di giornalista sportivo. Ha pubblicato diversi libri di sport, ora si è cimentato con la narrativa, un genere completamente nuovo per lui. “Questo libro non è arrivato per caso, è il coronamento della mia ricerca di spiritualità.Quando scrivo mi sento come un pittore che dipinge, come un cantante che scrive una canzone. Riesco a aprire il cuore, mettermi a nudo, raccontare cose, descrivere sentimenti che difficilmente riuscirei a esprimere direttamente con le parole”.Il racconto è preceduto dalla prefazione del noto giornalista jesino Giacomo Galeazzi, vaticanista del quotidiano “La Stampa”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.