Gioca a poker on line con la carta di credito rubata, denunciato | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Gioca a poker on line con la carta di credito rubata, denunciato

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MONTECAROTTO – Al termine di complesse attività di indagini, i Carabinieri della Stazione di Montecarotto, guidati dal Luogotenente Daniele Fabiani, sono riusciti a individuare e denunciare uno straniero, S.S., 28enne, disoccupato, originario del Senegal, residente a Bergamo, pregiudicato. Le indagini dei Carabinieri sono iniziate dalla denuncia di un 32enne di Montecarotto che si era visto addebitare svariate operazioni con la propria carta di credito, che denunciava di non aver mai fatto e che consistevano in più ricariche presso un sito di scommesse on-line. Le indagini permettevano di individuare il conto-gioco e il suo intestatario, identificato in un italiano di Udine a cui però un anno fa era stato rubato il portafoglio con i suoi documenti, e con i cui dati era stato aperto on-line un conto di scommesse. L’italiano è stato riconosciuto del tutto estraneo ai fatti e il conto-gioco è stato bloccato dall’AAMS (Agenzia del Monopolio di Stato) su richiesta dei Carabinieri.

Dalle indagini è emerso che S.S. dopo aver aperto il conto-gioco on-line con i documenti rubati, ha poi carpito decine di dati di carte di credito con cui versava i soldi sul conto intestato all’italiano derubato. Successivamente ha aperto un regolare conto-gioco a lui intestato e utilizzando due computer portatili giocava on-line a poker organizzando finte giocate in cui il conto intestato all’italiano derubato puntualmente perdeva (con i soldi carpiti da carte di credito di altre persone derubate), e i soldi, apparentemente frutto di vincite a poker, confluivano sul conto “pulito” e regolare intestato a S.S., che poi prelevava con la propria postepay il denaro “vinto” in maniera fraudolenta.

S.S. è stato pertanto denunciato all’Autorità Giudiziaria per truffa, frode informatica, ricettazione e sostituzione di persona.

Le indagini proseguono per appurare il numero di persone truffate e l’entità dei soldi sottratti tramite le carte di credito.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.