Giornata della Memoria, Clelia Jesi si racconta

SENIGALLIA – In occasione della Giornata della Memoria, Uil Scuola Marche e Irase Ancona hanno realizzato e messo a disposizione delle scuole la video intervista a Clelia Jesi Morpurgo, 94 anni, residente a Senigallia

Un’intervista video ai testimoni della Storia per NON DIMENTICARE. In occasione della Giornata della Memoria, Uil Scuola Marche e Irase Ancona, hanno messo a disposizione delle scuole e degli studenti una video intervista Clelia Jesi Morpurgo che nel 1938, ad appena 18 anni, fu costretta ad abbandonare gli studi a causa dell’entrata in vigore delle leggi razziali.

La donna, che oggi vive a Senigallia, ha voluto raccontare la sua esperienza, dal razzismo subito in gioventù all’istruzione negata, dalla fuga in Brasile alla quale è stata costretta con tutta la sua famiglia al ritorno in Italia, rivolgendo il suo messaggio soprattutto alle nuove generazioni. “Anche se si espatria pensando di avere dei vantaggi, bisogna poter ritrovare la propria casa: è quella che conta” esorta la donna in uno dei passaggi dell’intervista. L’intero video è disponibile sul canale youtube della Uil Scuola Marche all’indirizzo http://youtu.be/r4SpCDxtgkk.

“Non tanto una storia da ascoltare – spiega Claudia Mazzucchelli, segretario regionale Uil Scuola – ma un momento per ricostruire le orme di un passato su cui non si deve mai  più rimettere piede”. Il video è stato realizzato nell’ambito della collaborazione della Uil Scuola con YadVashem ( l’Ente Nazionale per la Memoria della Shoah istituito nel 1953 con un atto del Parlamento Israeliano) e la sua Scuola Internazionale per gli Studi della Shoah.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*