Giornata della Pace: palloncini, stand solidali e incontro pubblico | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Giornata della Pace: palloncini, stand solidali e incontro pubblico

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Martedì 6 gennaio, giorno dell’Epifania, si terrà in piazza Federico II e al Teatro Studio Valeria Moriconi la “Giornata della Pace 2015”, organizzata e promossa dal Comune di Jesi e dalla Consulta per la Pace in collaborazione con l’Avis e la Proloco. La giornata, come di consueto, si aprirà la mattina con l’iniziativa “2000 Idee per la Pace”, insieme agli alunni delle scuole primarie della città. Alle ore 11, bambini e genitori si ritroveranno nel cortile dell’ex Appannaggio, dove avverrà la consegna dei palloncini colorati biodegradabili dove legare i messaggi di pace scritti in precedenza dagli scolaretti. Dopo aver attraversato in corteo corso Matteotti, la festosa e colorata carovana arriverà in piazza Federico II per i saluti del sindaco Massimo Bacci e per il lancio dei palloncini colorati.

Nel pomeriggio, al Teatro Valeria Moriconi, in piazza Federico II, si terrà un incontro pubblico sul tema del disarmo, con autorevoli ospiti che affronteranno anche la questione della moratoria per la messa al bando delle armi nucleari. Relatori alla tavola rotonda, prevista per le 18, saranno il prof. Fabrizio Battistelli, ordinario di Sociologia all’Università La Sapienza di Roma, il prof. Nazareno Quinzi, dell’Università della Pace di Ancona e Giorgio Fornoni, giornalista della trasmissione televisiva Report. A precedere l’incontro sarà il concerto dell’Orchestra Giovanile Marchigiana, organizzato dalla Fondazione Pergolesi Spontini con inizio alle 16. Prologo degli eventi del pomeriggio, alle 15,30, la premiazione del concorso “Nella mia vetrina è Natale”, organizzato e promosso dall’Associazione Leoni del Re in collaborazione con le rappresentanze di categoria del commercio e l’Associazione Jesi Centro, mentre già dalle 15 si potranno visitare i banchetti solidali delle associazioni della Consulta per la Pace lungo il corridoio d’ingresso del teatro, con la presenza di Anpi, Avis, Emergency, Liberato Zambia, Bottega del Commercio Equo, Telefono Azzurro, Arci, Legambiente e Casa della Culture.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.