Giorno del Ricordo, un originale "dialogo" nella sala del Consiglio | Password Magazine
Festival Pergolesi

Giorno del Ricordo, un originale "dialogo" nella sala del Consiglio

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – L’Amministrazione comunale celebra il “Giorno del Ricordo” in memoria delle vittime delle foibe, con una iniziativa pubblica presso la sala del Consiglio comunale in programma venerdì prossimo, alle ore 11.30. Protagonista è Luca Violini con un Radioteatro prodotto da “Quelli con la Voce… Produzioni” che metterà in scena un dialogo intimo e privato tra due amici: uno sloveno e uno italiano.

“Lo sloveno – spiegano gli organizzatori – è vissuto nella sua verità, fatta di slogan, di pensieri semplificati da mandare a memoria; l’italiano non è sopravvissuto. E non tanto alla violenza degli sgherri di Tito, quanto al silenzio imbarazzato, velato di opportunità politica, di tanti progressisti del suo paese. Uno spettacolo per dire a tutti che non ci sono morti rossi, morti neri, o azzurri da spregiare o da appuntarsi sul petto come medaglie, ma ci sono solo persone che avevano degli affetti, dei sogni, dei volti cari, che adesso non ci sono più e che pretendono di non essere dimenticate”.

L’iniziativa aperta a tutti i cittadini ed a cui sono state invitate anche rappresentanze delle scuole si inserisce nello spirito della legge che ha istituito per il 10 febbraio il Giorno del Ricordo, volto a “conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”. La terribile pagina di storia a cui fa riferimento il Giorno del Ricordo è quella che interessò i territori dell’Istria a partire dall’autunno del ‘43, subito dopo l’armistizio, fino al 1947, dove furono rastrellate, deportate e uccise migliaia di persone, per lo più italiani, dai partigiani comunisti dell’esercito di Tito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.