Giovane sospetto fuori le Poste, si teme la rapina. E scatta l’allarme

PIANELLO VALLESINA –  Panico nella tarda mattinata di ieri a Pianello Vallesina: si temeva che ci fosse stata una rapina alle Poste di via Silvio Pellico. Un quartiere intero in stato di agitazione alla vista delle numerose pattuglie dei carabinieri impegnate nelle ricerche, intorno all’ufficio postale. Fermato anche un ragazzo, un giovane straniero, di colore, che è stato portato via dai militari. «Cosa sarà successo?»: si interrogava l’intera via.

In realtà, non c’era stata nessuna rapina e neanche un tentativo vero e proprio. Secondo alcuni testimoni, l’allarme sarebbe scattato quando il giovane straniero, poco prima di entrare alle poste, avrebbe fatto cadere o forse intravedere una pistola. Un’arma probabilmente neanche vera ma che è bastata a scatenare il terrore tra i presenti, a pochi minuti dalla chiusura degli sportelli.

Il ragazzo,  vistosi scoperto,  avrebbe deciso allora di allontanarsi a piedi, lungo la via. I carabinieri sono però arrivati in tempo per fermarlo ma a loro arrivo l’arma non c’era più. Che il giovane se ne fosse sbarazzato in quei minuti rimasto da solo? Forse. Fatto sta che i militari hanno cercato a lungo, tra i cassonetti della spazzatura e nei campi, senza però trovare neanche una pistola giocattolo.

Una vicenda dai contorni ancora poco chiari e su cui i carabinieri stanno ancora effettuando degli accertamenti per chiarire la posizione del ragazzo e forse anche quella di un possibile complice.

In conclusione però, non c’è stata rapina né un tentativo vero e proprio. Solo la segnalazione di una situazione sospetta.

Dopo tutto, in quell’ufficio postale,  si era già verificata un rapina tre anni fa. Un colpo da 15 mila euro com la banda di criminali che però , alla fine, era stata scovata e messa agli arresti.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*