Giovani volontari della Vallesina ripuliscono le spiagge, nasce il gruppo «Cariole»

VALLESINA – Giovani in movimento per la tutela dell’ambiente. Dalla Vallesina, nasce il gruppo Cariole, volontari con l’obiettivo di ripulire il nostro territorio dalla plastica e non solo. Ieri tappa alla spiaggia di  Senigallia con l’obiettivo di raccogliere la plastica e riutilizzarla, magari fonderla per creare nuovi oggetti come sedie sgabelli panchine tavoli.

«Siamo stati per un decennio di fronte al cellulare e ai social network a non fare niente, a esaltare il nostro egoismo diffidenti di fronte ai cambiamenti epocali del nostro tempo, ma oggi 3 gennaio abbiamo deciso di uscire dalle case dalle nostre vite virtuali e solitarie per cooperare, attivarci e ripulire le nostre città che sono sommerse da rifiuti causati in primis da noi ragazzi, dall’uomo, dalle associazioni criminali e da un decennio di incuria politica, sociale, economica e amministrativa – fanno sapere i giovani di Cariole -. Siamo ragazzi giovani, motivati e volontari spinti da una nuova e ritrovata energia e dall’amore verso il nostro territorio,  dalla voglia di lasciare l’ambiente pulito e salutare per le generazioni future. Crediamo che sia uno strumento altamente educativo da proporre anche alle scuole, per iniziare fin da piccoli a salvaguardare il nostro pianeta e la nostra salute. Evitando l’utilizzo di oggetti monouso e oggetti di origine plastica che possono essere sostituiti da materiali alternativi di origine fossile. Questa esperienza diventa uno strumento utile all’utente finale ma anche al produttore perché bisognerebbe cambiare in tutta la filiera non solo lavorare sull’aspetto educativo, ma anche cambiare l’aspetto produttivo». 

Lo scopo di questi incontri è anche quello di passare un pomeriggio alternativo tra la natura, tra le bellezze del paesaggio «troppo spesso ridotto in discarica ma anche occasione «per chiacchierare e socializzare, scambiandoci opinioni, confrontandoci e facendo nuove amicizie, ma è anche un modo per uscire e staccarci dalla nostra virtualità, attivandoci per il bene comune».

L’idea di Cariole è poi quella di utilizzare il materiale plastico per la creazione di nuovi oggetti per uso pubblico (come nuove panchine utilizzabili dai comuni) o per uso privato: «Non abbiamo più il bisogno di costruire oggetti con materiali vergini, ma tramite il riciclo di materiali di superficie (surface mining) attuiamo un economia circolare che tramite l’uso di plastica recuperata dal mare ritorna ad essere materiale per nuovi oggetti da utilizzare per vari scopi sociali senza fini  di lucro. 

Ci vediamo la domenica mattina del 12 gennaio per il prossimo appuntamento, partenza da zona da Bano Senigallia. L’evento è rivolto a tutta la comunità senza limite di età, si prega di portare cariole, sacchi per la raccolta, guanti e tanta voglia di condivisione. I volontari Marco, Satia, Leonardo , Giada ,Leonardo , Cristina, Giorgia 10 anni, Andrea, Alice».

5 Commenti su Giovani volontari della Vallesina ripuliscono le spiagge, nasce il gruppo «Cariole»

  1. Mi piace molto questa cosa! Io sono di Jesi, qualcuno del gruppo Cariole è di Jesi? Si può avere un contatto del gruppo per sapere le iniziative future? il 12 ho un impegno ma magari per altre date sarei disponibile ad unirmi a loro!

  2. Bravissimi ragazzi!!! Iniziativa che non dovrebbe rimanere isolata, ma essere l’inizio di tante altre….avanti così con entusiasmo…verremo in tantissimi!!!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.