Giunta Bacci, tra risultati raggiunti e obiettivi futuri

JESI – La Giunta Bacci chiude l’anno con un bilancio generico su questi primi mesi di amministrazione.
Risultati raggiunti,  obiettivi futuri e anche considerazioni positive sul lavoro di squadra, l’impegno e lo spirito di partecipazione.

“Una bellissima esperienza – spiega il sindaco Massimo Bacci – Il Comune è un Ente complesso che affronta le problematiche dei cittadini a 360 gradi. Tuttavia le difficoltà e le preoccupazioni non sono poche. I tagli dello Stato hanno ridotto le risorse, riducendo le entrate da 42 milioni di euro a 32,5. Questo costringe il Comune ad operare sulla tassazione locale”.

Non mancano però i propositi per individuare soluzioni alternative: “L’obiettivo sarà quello di riorganizzare la struttura comunale ma ci vorranno diversi anni – interviene il Sindaco – Attualmente, questa non è in grado di garantire i servizi e pesa molto sulle casse del Comune. Ridurre i costi della struttura significa non infilare le mani nelle tasche dei cittadini. Per questo stiamo rivedendo i contratti più importanti, abbiamo ridotto il numero dei dirigenti in maniera significativa e risparmiato 250 mila euro nei primi sessanta giorni dopo l’insediamento”.

E sul programma di mandato, aggiunge: “Nessuno dimentica gli obiettivi programmati e le indicazioni temporali: abbiamo intenzione di rispettare le linee individuate nel mandato, nei prossimi mesi l’impegno sarà massimo al fine di ottenere risultati concreti importanti”.

Tra questi, la risoluzione della questione Sadam per lo sviluppo di un accordo di riconversione che porti occupazione e benessere; la sanità: dal 7 all’11 gennaio,  una delegazione della Regione Marche insieme al direttore dell’Asur e al presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi Giancarlo Giacani svolgeranno un’azione di verifica dell’ospedale Carlo Urbani, nell’ottica di chiudere la questione dall’appalto delle sale operatorie e garantire la qualità dei servizi della struttura; infine, altro punto di intervento sarà la sicurezza.

“Questi  ultimi mesi sono stati importanti perché hanno permesso di consolidare il rapporto tra amministrazione e cittadinanza  – ha spiegato il vice sindaco Luca Butini – Onestamente le mie impressioni sono positive ma nel prossimo futuro dovranno essere i risultati a parlare”.

“Il 2013 sarà l’anno che dedicheremo alla riorganizzazione del Comune – aggiunge l’assessore alle Risorse umane Rolando Roncarelli – Una gestione del personale più efficiente, con contenimento dei costi, e servizi qualitativamente migliori: tra i prossimi progetti c’è l’accorpamento dello sportello SUSJ con l’Ufficio anagrafe, in modo di avere un unico punto di riferimento centrale per i cittadini”.

Per quanto riguarda le opere pubbliche, l’assessore Sergio Garofoli garantisce: “Continueremo a lavorare per risolvere il problema del degrado. Il Piano è già in atto, sta assorbendo molte energie e l’impegno da parte di tutti. Sono venti i progetti di intervento da mettere in atto a partire dal prossimo anno”.

“Quest’Amministrazione sta operando senza dubbio nel pieno rispetto della partecipazione – ha detto l’assessore ai Servizi sociali Barbara Traversi – Lo dimostrano i numerosi incontri pubblici organizzati negli ultimi mesi. Solo per la questione mense ne abbiamo fatti quattro. Credo che lo spirito di fare rete con associazioni e cittadini stia prendendo forma”.

“Vado avanti con ottimismo perché sono in una squadra di numeri uno – conclude l’assessore al Turismo Ugi Coltorti – Il gruppo è forte e coeso e credo che questo sia un ottimo punto di partenza per ottenere importanti risultati in avvenire”.

 

a cura di Chiara Cascio 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*