Gli alunni dell'Istituto "B. Gigli" partecipano al DonoDay | Password Magazine
Festival Pergolesi  

Gli alunni dell’Istituto “B. Gigli” partecipano al DonoDay

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MONTE ROBERTO – La data del 4 Ottobre è stata scelta dal legislatore per celebrare più di una ricorrenza.

Ricordiamo, per prima, la legge del 4 Marzo 1958 n. 132 che ha istituito la giornata in onore dei Patroni speciali d’Italia San Francesco di Assisi e Santa Caterina da Siena e che è considerata “Giornata della pace, della fraternità e del dialogo fra appartenenti a culture e religioni diverse.” Francesco d’Assisi come emblema del dialogo, dell’incontro e dell’amicizia.

Più di recente, promosso dall’Istituto Italiano della Donazione, presieduto dall’on. Patriarca, ed istituito con la legge 14 Luglio 2015 n. 110, è nato, con cadenza il 4 Ottobre, il “Giorno del dono”.

Gli alunni dell’Istituto Comprensivo “B. Gigli” di Pianello Vallesina, su iniziativa dei Comuni di S.Paolo di Jesi, Monte Roberto e Castelbellino e d’intesa con la Dirigente scolastica Maria Luisa Cascetti, parteciperanno al “GIORNO DEL DONO” in due diversi momenti, il 4 ed il 7 Ottobre 2016.

Il 4 Ottobre, presso la Sala Polivalente di Pianello Vallesina, accanto alla presenza del rappresentante della Protezione civile Lorenzo Mazzieri e del Vescovo Mons. Gerardo Rocconi, ci sarà quella dei bambini delle classi V^ della Scuola Primaria dei vari plessi di Pianello, S. Paolo di Jesi e Castelbellino che, con i loro lavori, racconteranno la loro idea di Dono.

Il 7 Ottobre, a scuola, attraverso la testimonianza di varie persone impegnate in attività e scelte donative quali C.R.I (comitato di Castelplanio); A.V.I.S; SCOUT-AGESCI di Pianello Vallesina; l’Associazione “AMICIZIA A DOMICILIO ”di Jesi ed, infine, un infermiere volontario di EMERGENCY, i ragazzi della Scuola secondaria di 1° “G.Pascoli” avranno modo di ragionare del dono e ad esso dedicheranno i loro momenti di riflessione, approfondimento e discussione.

Una bellissima iniziativa questa della istituzione del GIORNO DEL DONO, anche se è lecito chiedersi se, ai nostri giorni, esista ancora l’atto del donare e questo perché viviamo in un’epoca segnata da un forte individualismo ed egoismo.

E’ altrettanto lecito chiedersi: perché donare? Perché dobbiamo avere fiducia, oggi, nel donare?

Queste domande nascono dal fatto che sembrerebbe che, ai nostri giorni, non ci sia più posto per il dono, ma solo per il mercato, le sue leggi, e per lo scambio secondo il criterio del “do ut des”.

Spesso non doniamo il nostro tempo giustificandoci con il fatto che non ne abbiamo; non ci impegniamo dicendo che non ci sentiamo capaci di fare una certa cosa o di affrontare una certa situazione. Oppure, ancora, temiamo che il nostro donarci possa risultare non gradito, che venga rifiutato se non, addirittura, equivocato.

A volte abbiamo paura che, pur donando, non si venga ricambiati neanche con un briciolo di gratitudine; che il nostro dono venga sperperato da colui che ne ha beneficiato oppure cada nelle mani sbagliate.

Da tutto ciò il nostro scetticismo.

Ebbene, è proprio da queste sconsolate considerazioni che deve nascere, (ed il GIORNO DEL DONO a tale scopo è stato concepito), soprattutto nelle giovani generazioni, la convinzione che la idea e la pratica del donarsi agli altri, nelle modalità varie in cui è possibile, son indispensabili per migliorare la qualità delle relazioni sociali e della vita.

Ragionare del dono significa far proprio il concetto che il dono è ciò che si dà o si riceve, senza pretendere nulla in cambio.

Ragionare del dono è venire a conoscenza del fatto che, nel nostro paese, ci sono 5 milioni di Volontari che ogni giorno dedicano il loro tempo alla collettività. Che si può donare con la parola, con la presenza, con il gesto, con la cura, con la dedizione.

Ci auguriamo, dunque, che il donare, con il suo grande merito di creare legami, possa davvero diventare un “abito” sentimentale ed umano dei nostri ragazzi e non rimanere confinato, come rituale, al solo giorno dell’anniversario del 4 Ottobre.

 

Da: Assessorato alla Cultura del Comune di Monte Roberto

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.