I Comuni della Vallesina raccolgono materiale didattico e giocattoli per i bambini della Siria | | Password Magazine

I Comuni della Vallesina raccolgono materiale didattico e giocattoli per i bambini della Siria

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

VALLESINA – Contribuire a fare in modo che, anche nell’atrocità e assurdità della guerra, i bambini possano contare su strumenti essenziali ma purtroppo non sempre assicurati per vedersi riconosciuti due fondamentali diritti dell’infanzia come il gioco e l’istruzione. È questa la riflessione e l’impegno che il comune di Maiolati Spontini ha deciso, in collaborazione e d’intesa con le Amministrazioni comunali di Castelbellino, Castelplanio, Monte Roberto e San Paolo di Jesi, di tradurre in un’azione concreta. Un gesto tangibile che si realizzerà grazie alla sensibilità e alla generosità dei cittadini. L’iniziativa è la raccolta di materiale didattico e di giocattoli a favore dei bambini della Siria.

Un progetto che rappresenta la seconda tappa della collaborazione, inaugurata alla fine dello scorso anno, con l’associazione Ossmei, l’organizzazione siriana dei servizi medici di emergenza in Italia. Tutto nasce da un’idea della consigliera comunale di maggioranza Irene Bini, che ha promosso una raccolta di medicinali a favore della popolazione di Gaza. Dopo un primo invio in Palestina, lo scorso settembre, tramite un’associazione di Genova, la raccolta di medicinali è proseguita nel mese di ottobre anche nei comuni limitrofi di Monte Roberto e Castelbellino.

La consigliera Bini, venuta a conoscenza della realtà dell’Ossmei, attiva nel nostro territorio da diversi anni, ha deciso, sempre d’accordo con Monte Roberto e Castelbellino, di consegnare al presidente Gazi Nasimi gli ultimi tre scatoloni di medicinali raccolti, portati in Siria dallo stesso Nasimi.

Ad avere sposato il progetto sono stati, ora, anche i comuni di Castelplanio e San Paolo di Jesi. Impegnati in prima persona nell’iniziativa sono, quindi, insieme con la consigliera Bini, anche Sandro Barcaglioni, sindaco di San Paolo di Jesi, Gioia Santarelli, assessore ai Servizi sociali di Castelbellino, gli assessori alla Cultura e all’Istruzione Liviana Pettinelli di Monte Roberto e Paolo Grizi di Castelplanio, e il consigliere di Monte Roberto Michele Paolucci.

“Abbiamo maturato la convinzione, visto il riscontro positivo delle raccolte di medicinali – riferiscono –, di dover continuare a fare qualcosa, andando incontro in maniera specifica alle esigenze dei bambini. Da qui l’idea di proseguire il progetto, e anche la nostra collaborazione, promuovendo una raccolta, stavolta, di materiale didattico e di giocattoli. Siamo certi che anche in questa circostanza i cittadini dimostreranno attenzione e generosità”.

Il materiali didattico e i giocattoli, anche usati ma in buono stato, vengono raccolti in appositi scatoloni dislocati in alcuni punti del territorio. A Maiolati Spontini i contenitori si trovano nella sede del Comune, nella delegazione di Moie, nella Biblioteca La Fornace, nelle sedi del CIS, del Gruppo Solidarietà e del Cag Mondrian, nella Piscina Palablù, nella Cartoleria Nuovi Orizzonti di Bracalli e nella Cartoleria Il Papiro di Tiberi. A Castelbellino nella sede del Comune, nel capoluogo, nella delegazione di Castelbellino Stazione, nel Palasport comunale e nei Circoli “1° Maggio” di Castelbellino, Ricreativo socio-culturale di Scorcelletti, Ricreativo ARCI di Pantiere e Bocciofilo di Pianello Vallesina. A Castelplanio nella sede del Comune, nel centro commerciale l’Oceano, nella cartolibreria di Macine, nel centro medico di via Clementina (dott.ssa Cardinali e dott. Gatti). A Monte Roberto nella sede del Comune, nella delegazione di Pianello Vallesina, nel Supermercato Sì, nell’edicola cartolibreria Fabiola ed Angelo (piazzale Fornace), nella sede del Cag.

I contenitori sono stati posizionati anche nei plessi degli Istituti comprensivi “Carlo Urbani”, di Moie e Castelplanio, e “Beniamino Gigli” di Pianello Vallesina, e nell’Istituto professionale per l’agricoltura e l’artigianato “Salvati” di Pianello Vallesina. La raccolta termina il 15 aprile 2015.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.