I giovanissimi della Junior Band in "Concerto per il Nuovo Anno" | | Password Magazine
Festival Pergolesi

I giovanissimi della Junior Band in “Concerto per il Nuovo Anno”

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

PIANELLO VALLESINA – Assistere ad un concerto è sempre una bella e gradevolissima esperienza, lo diventa ancor più se, ad eseguire brani di bella musica, sono dei giovanissimi comd quelli che ieri sera, 27 Dicembre 2017, si sono esibiti presso la Sala Polivalente di Pianello Vallesina in un “Concerto per il Nuovo Anno”.

I ragazzi in questione, diretti dai Maestri Manolito Rango, Samuele Faini, Gabriele Bruschi, sono stati quelli della Junior Band ANBIMA della Provincia di Ancona, un nutrito gruppo di 45 giovani musicanti provenienti dai corpi bandistici di Pianello Vallesina, Castelbellino, Staffolo, Moie di Maiolati Spontini, Ostra, Loreto, Fabriano.

Una bellissima realtà, questo progetto della Junior Band Provinciale, iniziato, nel 2013, con uno stage di tre giorni a San Cassiano.

Ad ascoltare ed applaudire i giovani musicanti una platea attenta e numerosa.

Di fronte ad una realtà di cultura musicale quale quella che ci è stata offerta ieri sera, sorge la necessità di fare alcune osservazioni sui corpi bandistici che svolgono un’opera di straordinaria importanza, perché nelle loro esibizioni abbinano cultura musicale, animazione, aggregazione e socialità.

Protagonista, in serate come quella cui abbiamo assistito, non è soltanto la musica, ma la bellissima visione di giovani che, con la loro coralità, esprimono valori quali il saper stare insieme, lavorare insieme, divertirsi insieme. In una parola: crescere insieme.

“Questi insiemi, ripetuti, hanno un’importanza straordinaria. Suonare in gruppo significa seguire delle regole, condividere un progetto, conseguire insieme il successo. E tutto ciò diventa anche MODI DI ESSERE E MODI DI VIVERE trasferiti, poi, nella vita vissuta di ogni giorno – fa sapere l’ Assessorato alla Cultura del Comune di Monte Roberto – Pertanto, la presenza del pubblico a questi eventi non solo è dovuta al desiderio di ascoltare della bella musica, ma vuole essere un doveroso omaggio verso le Associazioni culturali, in questo caso musicali, che hanno il grande merito di accogliere fra di loro i ragazzi e di favorirne la crescita oltre che culturale anche personale ed umana”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.