Il 6 gennaio a Jesi, incontro con i genitori di Giulio Regeni

JESI – Il convegno della “Giornata della pace 2018” è dedicato alla vicenda di Giulio Regeni, il giovane ricercatore italiano ucciso al Cairo nel 2016.
La Consulta per la Pace ha l’onore di ospitare i suoi genitori, Claudio e Paola, con i quali dialogheranno due ex insegnanti di Giulio, Bruno Lasca, Jesino ed ex Assessore alla Cultura e Istruzione del Comune di Fiumicello e Michela Vanni, insegnante di Laboratorio Teatrale nella scuola media di Fiumicello.
Dopo i saluti del Sindaco di Jesi, Massimo Bacci, ci sarà l’incontro con tutti gli ospiti per raccontare e capire chi era Giulio, che cosa è accaduto in Egitto e qual è lo stato delle indagini per risalire alla verità sulla sua scomparsa. La discussione permetterà poi anche al pubblico presente di fare domande.
La Consulta per la Pace, durante il Corteo “Contro tutti i terrorismi”, svoltosi a Jesi nel 26 agosto scorso, ha preso posizione ufficiale con la famiglia Regeni, contro la decisione del Governo Italiano di rimandare il proprio ambasciatore al Cairo, ritenendo tale provvedimento un’ offesa alla dignità di Giulio e del nostro Paese.
Il Consiglio Comunale, nella seduta del 28 settembre scorso ,ha approvato la mozione presentata dalla consigliera Agnese Santarelli aderendo alla campagna lanciata da Amnesty International “#veritàpergiulioregeni” ed ha esposto il relativo striscione giallo nella balconata in Piazza della Repubblica.
L’incontro del 6 gennaio vuole essere un’altra occasione per rafforzare quella che viene definita “scorta mediatica” richiesta dai genitori di Giulio per arrivare a fare piena luce sulla triste vicenda del figlio.
Si comincerà alle ore 17:00, ingresso libero, preceduti dall’apertura dei “Mercatini solidali” delle Associazioni della Consulta per la Pace, nel foyer del Teatro Moriconi, alle ore 16.
Sarà presente anche un banchetto di Amnesty International Italia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*