Rugby, il 6 Nazioni 2017 Femminile farà tappa a Jesi | | Password Magazine

Rugby, il 6 Nazioni 2017 Femminile farà tappa a Jesi

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Lo sport e la città di Jesi ancora una volta insieme con eventi tutti al femminile, per iniziare con sprint e spirito di squadra l’imminente 2017.

Il 29 ottobre 2016, la FIR ha deliberato in consiglio le sedi degli incontri del 6 Nazioni Femminile e Jesi è stata scelta insieme a L’Aquila e a Parma per ospitare il Torneo che si giocherà in Italia. Jesi scenderà in campo sabato 4 febbraio 2017 per affrontare il Galles nel primo dei tre incontri previsti.     “È un riconoscimento per il nostro club e dimostrazione di grande fiducia” esordisce Luca Faccenda, presidente del Club Rugby Jesi ’70, non nascondendo l’orgoglio nel vedere Jesi protagonista di un evento rugbistico di questo calibro.  L’incontro Italia – Galles, che si terrà presso lo Stadio Pacifico Carotti, è stato volutamente inserito in una manifestazione più grande che abbraccia non solo il rugby, ma lo sport in tutte le sue sfaccettature e il mondo femminile: si chiamerà “Cuore Sportivo” e si svolgerà dal 3 al 5 febbraio ai Giardini pubblici, colorando la città di gioco, di rosa e di festa.

“Abbiamo cercato di pensare quest’evento come una grande festa sia per gli uomini sia per le donne ma soprattutto come un qualcosa che avvicini la cittadinanza allo sport”. Così il presidente Faccenda descrive quest’evento, che è stato possibile realizzare grazie anche alla collaborazione con il direttore generale della Jesina Femminile Alessandro Cossu.  Il caso ha voluto, infatti, che l’incontro della nazionale femminile di rugby con il Galles coincidesse con quello della Jesina Calcio Femminile, che milita in serie A, contro la Fiorentina: da qui nasce la stretta di mano tra le due società sportive che sono riuscite ad accordarsi e a posticipare a domenica 6 febbraio la jesina calcio, al fine di creare a contorno delle singole partite una festa dello sport “in rosa” molto più grande. Oltre alle 6 Nazioni Femminile, Jesi sarà dunque in grado di ospitare anche un evento calcistico che attirerà un gran numero di spettatori: una festa sportiva che inizia venerdì sera e proseguirà fino a domenica pomeriggio.  In questi giorni il Comitato organizzatore, composto dalla società del Rugby Jesi 1970 in collaborazione con la Jesina Calcio Femminile e coadiuvato dall’agenzia di comunicazione Capolinea di Jesi, sta lavorando per completare la manifestazione in ogni dettaglio.

Venerdì 3 febbraio sarà inaugurato il Rugby Village, con stand gastronomici e di promozione sportiva, con spazio per l’associazionismo e la solidarietà, l’incontro della Nazionale Rugby Jesi si giocherà sabato 4 febbraio alle 15, seguito dal classico terzo tempo, momento immancabile in questo sport, dove le ragazze di Italia e Galles si ritroveranno da avversarie in campo a commensali della stessa tavola; il weekend all’insegna dello sport si concluderà poi domenica 6 febbraio con l’incontro che vede la Jesina Calcio Femminile impegnata contro la Fiorentina.

È un evento che ha come obiettivo quello di far conoscere il movimento femminile attivo in uno sport che è visto come prettamente maschile, e soprattutto di sponsorizzare il rugby in sé.  “È una disciplina che riesce a coinvolgere la gente, il rugby è un’attività che va sostenuta, riesce con i propri ideali a trasmettere positività e spirito di squadra”.  Così l’assessore per lo sport di Jesi Ugo Coltorti, che prosegue:“Abbiamo poi voluto dimostrare sensibilità nei confronti del mondo femminile, come abbiamo fatto anche due anni fa con il Giro rosa: in ogni occasione possibile cerchiamo di dare visibilità a questo mondo che sta prendendo sempre più campo nello sport”.   Da circa un anno, il movimento femminile nel rugby è diventato una realtà, partito da ragazze che per motivi “sentimentali” o familiari frequentavano assiduamente il campo: ne è nata una squadra che sta già disputando un campionato nazionale. Come referente del neonato settore femminile e dirigente del Rugby Jesi 70 per la prima volta nella storia c’è una donna: Claudia Quaresima da circa un mese è entrata a far parte dell’organizzazione societaria.

Ma non solo sport : “Cuore Sportivo” darà spazio anche alla solidarietà.  In occasione de il 6 Nazioni infatti,  il Rugby Jesi si sta organizzando per cercare di far partecipare all’evento 500 donne provenienti dalle zone colpite dal terremoto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.