Il calendario delle cipolle 2019 di Alfio Lillini

JESI- Uscito il calendario delle cipolle 2019 di Alfio Lillini:

“L’anno 2018 appena concluso risulta essere l’anno più caldo da quando si rilevano le temperature, e ci ha portato dentro una tropicalizzazione globale, (vedi trombe d’aria, bombe d’acqua, mezze stagioni inesistenti, inverni assenti o tardivi, lunghi periodi estivi e siccitosi), ma il natale 2018 con la luna calante (luna buona), è di buon auspicio,

per un buon 2019, speriamo bene!

I segnali della natura cosi forti e chiari che li possono vedere tutti, se uno vuole!!! Ma che nessuno guarda!!! Ci fa poi scandalo se il ponte Morandi a Genova crolla, se si scopre vaste aree degli oceani con inesorabili maree di plastica, con centinaia di migliaia di abeti rossi abbattuti da tempeste di vento in trentino, e cosi via…

Ma di cambiare stile di vita e di comportamenti quotidiani non se ne parla proprio? Neanche con il nuovo governo… evviva, ma cosi non si va lontano!!! è ora che il popolo si indegni… e non continuare a essere un popolo solo caprone.

L’inverno quello vero sarà tardivo, e ci accompagnerà fino alla fine della 1° decade di aprile, poi una primavera molto variabile, il sole e il caldo dalla fine della 2° decade di maggio, con un primo periodo afoso già ai primi giugno, l’afa poi ci accompagnerà dalla fine della 1° decade di luglio, alla fine della 2° decade di agosto… ma il sole e il caldo ci porterà alla metà di settembre, poi speriamo nelle piogge benefiche di fine settembre e  ottobre, il freddo da fine novembre.

Avviso ai naviganti

Ai nostri governanti dico: si parla tanto (senza far nulla), della sostenibilità ambientale

sempre più difficile praticarla, l’anello debole secondo me sembrano proprio essere i cittadini, sempre più distratti e convinti che ad ogni problema che affligge il nostro mondo, debba essere qualcuno di superiore a loro a dover trovare le soluzioni?

Il tutto per un mondo più pulito.

Perche abbiamo solo questo!!!”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*