Il candidato Pirani fa tappa nel quartiere Ponte Pio

JESI – C’era una volta il Calcinaro, oggi c’è il piccolo quartiere di Ponte Pio, zona di collegamento tra Jesi e la Vallesina, tra la città e la campagna. Ha fatto tappa qui ieri sera il mini-tour del candidato del Partito Democratico Osvaldo Pirani, nella sua fase di ascolto delle periferie.

Accolto dai soci del vivace centro sociale che anima la vita del quartiere, Pirani ha esposto brevemente i punti cardine del suo programma: attenzione alle famiglie che hanno bisogno, rilancio del dialogo con il territorio e con la regione, sicurezza sociale, che non può limitarsi alle telecamere ma va intesa nel senso più ampio e nobile del termine, trasparenza nei rapporti tra cittadini e amministrazione, valorizzazione coerente e intelligente del grande patrimonio culturale della città.

Si è parlato di illuminazione pubblica, che qui spesso è carente, di raccolta differenziata, che costa non pochi sacrifici a chi vuole farla bene, del bisogno di manutenzione di alcune strade e marciapiedi.

“Non sono qui per fare promesse elettorali -ha messo in chiaro Pirani- ma per ascoltare il vostro punto di vista. Ciò che voglio cambiare è il modo di affrontare le cose. Le risorse a disposizione dei comuni sono poche e lo sappiamo, ciò però non può essere la scusa per smettere di progettare e di decidere del nostro futuro. Ci sono sfide che Jesi non può vincere da sola e se continuiamo ad isolarci saremo sconfitti in partenza”.

Come spesso accade, la serata si è conclusa con un brindisi insieme e con l’invito rivolto al candidato del Pd a tornare presto per una sorta di “visita guidata” del quartiere.

Dillo a Osvaldo continua venerdì pomeriggio (7 aprile, ore 18) alla Smia, presso il ristorante Quirino, poi il 10 aprile (ore 21) in Via Roma e il 12 aprile in largo Salvador Allende.

Comunicato da: PD Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*