Il Teatro Pergolesi di Jesi festeggia il compleanno di Rossini | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Il Teatro Pergolesi di Jesi festeggia il compleanno di Rossini

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Nel giorno del 224° anniversario della nascita di Gioachino Rossini, lunedì 29 febbraio (ore 21), il Teatro Pergolesi di Jesi festeggia con il concerto “Tanti auguri Rossini” per la rassegna “Sinfonica 3.0”.

In programma, le più belle sinfonie e arie d’opera per soprano di Gioachino Rossini eseguite da Maria Aleida, ed una nuova composizione di Roberto Molinelli. Suona l’Orchestra Sinfonica G. Rossini, sul podio il M° Daniele Agiman.

Il Teatro Pergolesi di Jesi festeggia Gioachino Rossini nel giorno del suo compleanno, il 29 febbraio. In occasione della ricorrenza dei 224 anni della nascita, il grande pesarese sarà celebrato anche nella città di Giovanni Battista Pergolesi, con un concerto dal titolo “TANTI AUGURI ROSSINI”, il primo dei tre appuntamenti della rassegna “SINFONICA 3.0” organizzata e promossa dalla Fondazione Pergolesi Spontini in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica G. Rossini e con l’ensemble Salvadei Brass.

Lunedì 29 febbraio alle ore 21 il palcoscenico jesino ospita l’Orchestra Sinfonica G. Rossini, sul podio il M° Daniele Agiman, direttore principale della stessa Orchestra Rossini e tra i direttori d’orchestra italiani più attivi a livello internazionale. Canta Maria Aleida, giovane e già affermato talento del belcanto già protagonista del grande successo dei Puritani di Bellini durante la Stagione Lirica 2012 del Teatro Pergolesi. Cubana di nascita, l’Aleida è considerata un vero fenomeno della coloratura vocale, con una voce fuori dal comune per estensione (3 ottave), musicalità e qualità.

Nel programma della serata, sinfonie ed arie tratte dalle opere del genio pesarese, ed una nuova composizione di Roberto Molinelli a lui dedicata, dal titoloRossini-Fantasie ossia Guglielmo, il Barbiere ladro di Siviglia”. Di Rossini, saranno eseguite le sinfonie de L’italiana in Algeri, La Cenerentola, Tancredi, Aureliano in Palmira, l’aria “Non si dà follia maggiore” da Il turco in Italia, “Una voce poco fa” da Il barbiere di Siviglia, “Partir, oh ciel! desio” da Il viaggio a Reims, “Giusto Dio che umile adoro” dal Tancredi, “Tremar Zenobia?… Là pugnai; la sorte arrise” dall’Aureliano in Palmira.

L’ORCHESTRA SINFONICA G. ROSSINI ha sede a Pesaro e Fano. L’organico, selezionato tramite audizioni, è costituito in maggior parte da diplomati provenienti dal Conservatorio Statale di Musica G. Rossini. Il nucleo storico partecipa da oltre venticinque anni alle più importanti stagioni liriche e concertistiche della Regione Marche. Le figure di riferimento dell’orchestra con le quali collabora stabilmente sono Daniele Agiman (direttore principale), Roberto Molinelli (direttore per l’innovazione) e Noris Borgogelli (direttore artistico). La stagione concertistica dell’O.S.R. è riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e circa 90 all’anno sono le esecuzioni in Italia e all’estero. Organizza produzioni per Pesaro (Teatro Rossini e Rocca Costanza), Fano (Teatro della Fortuna e Corte Sant’Arcangelo), Urbino (Teatro Sanzio) e per la Provincia di Pesaro-Urbino nei teatri storici. L’O.S.R. è organizzatrice ed interprete di Sinfonica 3.0, Musica a Corte, I Concerti Xanitalia, Festival Giovani per la Musica, Giovani in crescendo, La scuola va a teatro e i Concerti di Mezzogiorno del Teatro della Fortuna, manifestazioni di successo nel panorama musicale italiano. Di grande prestigio la presenza costante nel cartellone del Rossini Opera Festival e l’incarico di orchestra principale per la Fondazione Teatro della Fortuna di Fano. L’opera Aureliano in Palmira, allestita per il ROF 2014 in cui l’orchestra era coinvolta, è stata insignita del prestigioso International Opera Awards come miglior riscoperta. Ha realizzato tournée in Giappone, Cina, Svizzera, Corea del Sud, Malta, Turchia, Austria, Francia, Germania e Svezia. In Italia si è esibita in importanti Teatri ed ha partecipato a festival e stagioni musicali di grande prestigio. Di grande soddisfazione la collaborazione con Nicola Alaimo, Andrea Battistoni, Mario Biondi, Andrea Bocelli, Stefano Bollani, Fabrizio Bosso, Simonide Braconi, Roberto Cappello, Anna Maria Chiuri, Eddie Daniels, Mariella Devia, Enrico Dindo, Marcello Giordani, Corrado Giuffredi, Mario Marzi, Michele Pertusi, Marcello Rota, Corrado Rovaris, Giovanni Sollima, Dimitra Theodossiou e Alberto Zedda.

La “SINFONICA 3.0 “ prosegue mercoledì 9 marzo alle ore 21 con l’evento musicale PINK FLOYD, La storia la leggenda. Sul palco, la Rossini Pop Orchestradiretta da Roberto Molinelli, unitamente ai Dna Tribute Band, storico gruppo di Ancona specializzato nelle musiche della band inglese, con Claudio Salvi che firma concept e testi di uno spettacolo che ricostruisce la storia della celebre band inglese, legata ai maggiori avvenimenti del periodo: un percorso guidato attraverso le vicende più significative del gruppo ed i brani che hanno segnato la sua carriera dagli anni Sessanta fino ad oggi. In chiusura, sabato 19 marzo alle ore 21, il concerto Ottoni all’Op(e)ra con la banda di ottoni marchigiana Salvadei Brass e la partecipazione straordinaria di Fabrizio Fabrizi prima tromba del Teatro San Carlo di Napoli e già ospite della città di Jesi e del Festival Pergolesi Spontini. Composto da musicisti marchigiani, il Salvadei Brass si è costituito con lo scopo di proporre le più belle pagine musicali in arrangiamenti e trascrizioni per ottoni e percussioni. Il programma – musiche di Mascagni, Verdi, Bizet, Carmichael, Agustin, Zequinha, Gershwin – si snoda tra trascrizioni originali tratte dal più noto repertorio lirico fino a giungere a brani di genere diverso, tra cui musiche da film.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.