Impronta giovanile per ricordare la liberazione di Jesi | Password Magazine
Festival Pergolesi

Impronta giovanile per ricordare la liberazione di Jesi

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

Giornata dedicata alla memoria quella di domani (venerdì 20) quando Jesi ricorderà il 68° anniversario della Liberazione della città dall’occupazione nazi-fascista, avvenuta il 20 luglio del 1944.

Ed anche per questa ricorrenza l’Amministrazione comunale ha voluto predisporre un programma che punti a coinvolgere i giovani, sulla scia di quanto già fatto in occasione del 2 Giugno e della commemorazione dei Martiri di Montecappone.

Così, alle ore 19, ai giardini Orti Pace di via Setificio, oltre alla tradizionale deposizione di una corona presso il monumento ai Bersaglieri ed al saluto del sindaco Massimo Bacci, quattro giovani attori della cooperativa Teatrotello.it saranno i protagonisti della rappresentazione “20 luglio 1944, cronaca del giorno di Lavoro e di Festa”, una rilettura tratta da “L’anno più lungo” dello storico locale e giornalista Giuseppe Luconi.

Per l’occasione della festa della Liberazione, sul terrazzo del Municipio che si affaccia in piazza della Repubblica è stato affisso uno striscione con la scritta: “20 luglio 1944: Jesi è libera”.

Comunicato da: Comune di Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.