In nuovo Polo culturale di Jesi, un caso virtuoso

JESI – L’assicurazione, la sicurezza e la valorizzazione del patrimonio artistico e museale pubblico saranno al centro di un interessante appuntamento in programma lunedì prossimo a Palazzo Pianetti, con la partecipazione di autorevoli relatori della cultura, delle istituzioni, delle imprese del settore.

L’iniziativa è stata pensata come il racconto di una “buona pratica” per la realizzazione del Museo Archeologico di Jesi, dove un’azione integrata tra Amministrazione comunale, broker, compagnia, enti preposti e privati hanno costituito un caso che può definirsi virtuoso. Si è voluto pertanto creare un’occasione di restituzione di questo lavoro con un convegno rivolto sia agli operatori dei luoghi della cultura (professionisti di musei, ma anche di archivi e biblioteche) sia ad altri Comuni affinché possano avviare lo stesso percorso che ha portato i musei civici di Jesi ad una corretta salvaguardia delle nostre collezioni.

Il convegno, che si aprirà alle ore 9.00 per concludersi nella tarda mattinata, vedrà la partecipazione tra gli altri di Peter Aufreiter, direttore del Polo Museale delle Marche, e del maresciallo Carmelo Grasso, del Nucleo di tutela del patrimonio culturale dei carabinieri. Con loro rappresentanti della Regione Marche, del Comune di Jesi, di Icom Italia che è il principale network italiano di musei, oltre a professionisti del settore assicurativo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*