Jesi, 25 Aprile senza corteo: il sindaco parlerà in videomessaggio | | Password Magazine

Jesi, 25 Aprile senza corteo: il sindaco parlerà in videomessaggio

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Con il divieto delle manifestazioni pubbliche per scongiurare l’assembramento di persone, salta anche la tradizionale cerimonia del 25 aprile che prevedeva, dopo la funzione religiosa ai giardini pubblici, il corteo lungo Corso Matteotti e l’orazione ufficiale in Piazza Indipendenza.
Attenendosi alle disposizioni fornite dalla Prefettura, pertanto, il programma di quest’anno si svilupperà come segue: alle ore 10, il sindaco Massimo Bacci, al suono del silenzio con la tromba di David Uncini, deporrà una corona d’allora al monumento di piazza Indipendenza. Con lui, su disposizione della Prefettura, sarà presente un solo rappresentante delle associazioni partigiane e combattentistiche, individuato nella persona di Andrea Mazzarini.
Alle ore 11, poi, sarà diffuso sul sito internet del Comune e nelle pagine Facebook dedicate (Comune di Jesi e Massimo Bacci Sindaco) un videomessaggio dello stesso sindaco ai cittadini.

PD JESI, IL SEGRETARIO STEFANO BORNIGIA: «IL RICORDO DEVE CONTINUARE A VIVERE»

«Il 25 Aprile è Festa nazionale. La festa della liberazione nazionale dal giogo nazi fascista. Questa ricorrenza, che cade in un momento così difficile, e che non potrà vedere migliaia e migliaia di persone nelle piazze e vie di tantissime città e paesi, ci racconta di un passato di resistenza di atti eroici e sacrifici che oggi deve ancor più far riflettere sul valore della libertà. Una libertà allora riconquistata da un popolo che ritrovò l’orgoglio e la forza per reagire e vincere, grazie a tanti Partigiani, l’oppressione nazifascista». Così parla il segretario del PD Jesi Stefano Bornigia: «Questo ricordo deve continuare a vivere ed essere d’insegnamento per non ripetere gli errori del passato, per apprezzare tutti quei diritti e quelle conquiste che non sono poi così scontate.
Il Partito Democratico di Jesi partecipa come sempre, anche se virtualmente a questa festa così importante e sentita.
Non potremo stare insieme, ci mancherà l’appuntamento all’Arco Clementino, la cerimonia ai giardini, il corteo, la commemorazione in Piazza Indipendenza. Non è mai accaduto , ma proprio per questo sentiremo con ancora più forza questa festa e ci stringeremo in un grande abbraccio. Buon 25 Aprile a tutti i concittadini».

JESI IN COMUNE DÀ APPUNTAMENTO SUI SOCIAL: «Quest’anno sarà il 75° anniversario delle Liberazione dal nazifascismo ma, data la situazione, purtroppo dovremo rinunciare alle consuete celebrazioni. Non sarà possibile organizzare il corteo lungo Corso Matteotti e ascoltare il discorso in piazza davanti al Comune. Ci sarebbe veramente piaciuto replicare anche il pranzo con più di 200 persone fatto l’anno scorso. Per ovviare al problema, come Anpi Jesi e Jesi in Comune abbiamo deciso di organizzare una piazza virtuale, dove saranno presenti oltre agli organizzatori anche L’Istituto Gramsci, Il centro studi libertati L. Fabbri, il Canzoniere dell’Anpi e tutti voi, per dare vita a un momento di ascolto e confronto sui temi a noi cari. Tutti insieme celebreremo come meglio possibile questa data fondamentale per tutte e tutti gli Antifascisti. Inoltre abbiamo pensato di dedicare un pensiero anche al Compagno, Sindaco e Senatore Aroldo Cascia recentemente scomparso. Pertanto vi diamo appuntamento Sabato 25 Aprile alle ore 16 sulla pagina facebook di Jesi in Comune. Resistere! Resistere! Resistere!».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.