Jesi, Bacci chiede lo stato d'emergenza: "Giusto risarcimento per i danneggiati" | Password Magazine

Jesi, Bacci chiede lo stato d'emergenza: "Giusto risarcimento per i danneggiati"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Dopo la tromba d’aria che si è abbattuta a Jesi e che ha distrutto una cinquantina tra abitazioni ed altri edifici nel quartiere Borgo Minonna, ora che la situazione  si sta normalizzando, il sindaco Massimo Bacci è pronto a chiedere già da domani alla Regione Marche lo stato di emergenza per permettere ai cittadini danneggiati di ottenere il giusto risarcimento.

“Due riflessioni – scrive il Primo cittadino sulla sua pagina facebook – La prima: un grazie di cuore alle protezione civile, ai vigili del fuoco, alle forze dell’ordine, al personale del Comune, a JesiServizi, alle associazioni di volontariato, a tutti coloro, e spero di non dimenticare nessuno, che in queste 24 ore hanno dato il meglio di se stessi per affrontare un’emergenza che nessuno si sarebbe mai aspettato di vivere.
La seconda: il mio più sincero apprezzamento alla popolazione di Minonna. Di fronte alla violenza del tempo che non ha risparmiato le abitazioni, ho incontrato persone straordinarie, che si sono fatte coraggio l’un l’altra, che hanno mostrato grande dignità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.