Jesi, bambina vittima di abusi e violenza.Indagati lo zio e il patrigno, madre sotto accusa per omesso controllo | Password Magazine
Festival Pergolesi

Jesi, bambina vittima di abusi e violenza.Indagati lo zio e il patrigno, madre sotto accusa per omesso controllo

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – La famiglia dovrebbe essere il primo posto in cui sentirsi amati, protetti e al sicuro. Ma quando una bambina di 10 anni diventa vittima di maltrattamenti dal patrigno e di abusi sessuali da parte dello zio, senza alcun intervento da parte della madre a sua difesa, la famiglia si trasforma in un inferno popolato da mostri.

La bambina, che oggi è un’adolescente di 17 anni, residente a Jesi, era stata data in affidamento insieme al fratellino (di 6 anni all’epoca) ad un’altra famiglia a causa dei gravi problemi personali dei genitori che si erano poi separati.

Agli assistenti sociali, dopo l’affidamento, aveva raccontato di aver subito abusi e percosse dalla famiglia, tra il 2004 e il 2006: lo zio paterno l’avrebbe fatta spogliare e avrebbe abusato di lei mentre il patrigno l’avrebbe maltrattata e frustata con la cinghia, senza che la madre avesse mai tentato di proteggerla.

Oggi il Gup di Ancona Paola Moscaroli ha rinviato a giudizio lo zio trentenne per violenza sessuale. La madre della piccola, 33 anni, e il patrigno di 49 anni verranno invece processati per l’accusa di maltrattamenti in famiglia.  La madre dovrà rispondere di omesso controllo.

Gli imputati hanno negato i fatti e respinto le accuse mentre la vittima le avrebbe ribadite durante un incidente probatorio in forma protetta. Sarà il tribunale a verificare le responsabilità.

Il processo inizierà ad Ancona il 16 ottobre.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.