Jesi, CNA fa il punto della situazione con il Sindaco

Elisabetta Grilli – CNA JESI

JESI – La delegazione della Presidenza della CNA di Jesi ha incontrato ieri sindaco di Jesi Massimo Bacci per un punto aggiornato sulla situazione del territorio e della città.

Alcuni argomenti su cui si è focalizzato il confronto:

– Convocare in forma metodica il tavolo dello sviluppo economico dove elaborare la “messa in rete” di progetti, opportunità ed esperienze che concorrano a formare ed animare il tessuto economico del territorio. Noi siamo pronti a fare la nostra parte, tante le competenze che possiamo condividere e anche questa settimana mettiamo a disposizione delle realtà locali due eventi formativi gratuiti: un corso di crescita manageriale dedicato ai neoimprenditori ed un seminario dedicato alle associazioni e al fundraicing.

– Bene il bando per le nuove imprese, seppur di modesto importo, va nella giusta direzione dedicando una prima attenzione ad alleviare la pressione fiscale dei giovani che vogliono mettersi in gioco assumendosi la responsabilità imprenditoriale. Bene anche il bonus assunzioni, ad oggi intonso per effetto degli incentivi del Jobs act, che va “rimesso in gioco” ampliando lo spettro delle categorie beneficiarie.

– Sicurezza dei cittadini e delle imprese. Si chiede all’Amministrazione di mantenere alto il livello di attenzione sul fenomeno, di esercitare un ruolo di coordinamento tra gli attori preposti e di diffondere una cultura della legalità e della con-sicurezza partecipata dei cittadini. Pensare ad incentivi per sistemi di allarme collegati alle forze dell’ordine.

–  Plauso all’attenzione alle componenti più fragili della nostra comunità e alla realizzazione delle strutture di uso sociale, apprezzamento particolare per il Peba e sprono alla realizzazione. Anche in questo tema ci rendiamo disponibili a dare massima informazione e sollecitazione alle nostre imprese ad utilizzare i bandi di finanziamento predisposti per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

–  Si apprezza l’aver colto la priorità del sociale a scapito, magari, della manutenzione ordinaria della città e si è rimandato ad altro approfondimento il tema dei Lavori e delle Opere Pubbliche che il Sindaco ha brevemente delineato; ma si è rimarcata la necessità, in termini di economia e di affidabilità, di ricorrere a ditte del territorio.

–  Si è affrontata la questione dei rifiuti e delle tariffe ed il Sindaco, reduce da un incontro provinciale il giorno prima, ci ha aggiornato sulla volontà di arrivare ad una razionalizzazione del servizio (e dei costi) con un unico gestore ed una unica tariffazione provinciale. L’amministrazione sta inoltre progettando in un’area circoscritta una forma sperimentale di tariffa puntuale, ovvero – tanto più ti impegni a riciclare e differenziare e meno paghi o viceversa.

– Jesi è una città viva e propositiva in termini culturali e di eventi, anche grazie alle tante iniziative messe in campo dai locali della città. Questa fertilità va meglio messa in rete, comunicata e condivisa per essere meglio usufruita e valorizzata da tutti.

–  Farsi portatori, trasmettere, supportare la cultura dell’innovazione. Jcube come incubatore e fablab – apprezzati e già condivisi come CNA –  ma pensarlo anche come incubatore di idee per la città, vissuto quindi anche come condivisione di esperienze diffuse.

–  Bene l’arrivo della fibra ottica di cui attendiamo le prime connessioni per il tangibile vantaggio competitivo che potrebbe avere.

–  Un piccolo atto di civiltà quotidiana: mettere un cestino dei rifiuti e un porta mozziconi di sigarette nella galleria dell’ascensore di Via Castelfidardo, evitando così l’ulteriore accumulo di mozziconi di sigarette sulle pietre bianche illuminate.  Per questo facciamo appello anche alla cittadinanza.

Comunicato da: CNA Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*