Jesi, code e smog insostenibili. Sindaco scrive ancora al Prefetto | Password Magazine
Festival Pergolesi

Jesi, code e smog insostenibili. Sindaco scrive ancora al Prefetto

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Sono in corso i lavori di realizzazione della bretella Jesi Est per riaprire la superstrada nei prossimi giorni. Lo fa sapere il Comune, segnalando incolonnamenti su via Roma, via Gallodoro, via del Prato, viale XXIV Maggio, viale Don Minzoni, via Pasquinelli, Via dell’Industria, via Fontedamo, via Ancona fino a svincolo Monsano.

Il sindaco Massimo Bacci ha inviato una nuova lettera al Prefetto di Ancona per segnalare i gravissimi  disagi conseguenti alla chiusura della superstrada e per chiedere provvedimenti drastici, come la chiusura dell’intera SS76 da Fossato di Vico ai camion con massa superiore alle 3,5 tonnellate in direzione Ancona.

«Le ricadute della chiusura totale nel tratto Jesi Ovest – Monsano in direzione Ancona – scrive il sindaco – sono state ancora più significative di quanto si potesse immaginare: code chilometriche all’interno del centro abitato, specie in quei tratti a maggiore densità in cui insistono centri commerciali, distaccamento dei Vigili del Fuoco, Croce Rossa, con conseguente produzione di smog e aria pesante a tratti irrespirabile. La situazione – rimarca Bacci – è insostenibile agli occhi di tutti e diventa un dovere essenziale tutelare la salute pubblica. Facendo appello alla determinazione e ad una auspicabile collaborazione, si chiede di interdire la circolazione ai veicoli di tipologia N2 (con massa superiore a 3,5 tonnellate) ed N3 (con massa superiore a 12,5 tonnellate) dal Km 0 della SS76 Fossato di Vico con direzione Ancona.

La salute dei cittadini – conclude il sindaco – è un bene primario da tutelare immediatamente, sebbene ciò comportasse un modesto sacrificio ai trasporti peraltro limitato nel tempo».

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.