Jesi, consegnati gli attestati agli studenti del «Master Digital Solutions Manager» | Password Magazine

Jesi, consegnati gli attestati agli studenti del «Master Digital Solutions Manager»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Consegnati stamattina gli attestati agli studenti che hanno frequentato il Master di 1° Livello – Digital Solutions Manager presso la Fondazione Angelo Colocci, ora in liquidazione. La cerimonia si è svolta presso il palazzo municipale, alla presenza del sindaco Massimo Bacci, dell’assessore ai servizi educativi Marisa Campanelli, del Rettore dell’Università di Camerino Claudio Pettinari, docenti e rappresentanti delle aziende Apra, Loccioni, Maggioli e Teamsystem che hanno contribuito al percorso formativo. Dodici i ragazzi che questa mattina hanno ritirato l’attestato. Tra gli obiettivi principali del master c’era quello di offrire immediate opportunità di inserimento lavorativo proprio nelle aziende coinvolte, presso le quali sono stati svolti gli stage previsti dal piano di studi. Un corso di 18 mesi con lezioni partite lo scorso anno, superando le difficoltà imposte dall’emergenza sanitaria.

«Con la consegna degli attestati – ha detto Marisa Campanelli – si conclude un percorso formativo che donava agli iscritti concrete opportunità di inserimento nel mondo del lavoro, acquisendo conoscenze specifiche richieste dalle aziende coinvolte nel progetto». Un aspetto sottolineato anche dal rettore Claudio Pettinare che ha parlato di «risultati importanti, seppur in un periodo particolare e di grande separazione, con realtà produttive pronte a investire sul territorio». Soddisfatto anche il prof. Polini dell’UNICAM, coordinatore del progetto formativo, che ha spiegato come «nonostante le difficoltà incontrate per via del covid, non si è mai spento l’entusiasmo nei ragazzi che non hanno mai mollato, credendo fortemente nel percorso». Prima di passare alla consegna degli attestati, i rappresentanti delle aziende hanno ringraziato il Comune di Jesi e l’Università di Camerino, evidenziando la necessità delle imprese di trovare fonti di know how spendibili sul mercato del lavoro.
«Si è partiti dalle esigenze del territorio e da lì si è creato un master in grado di offrire risposte concrete a quei bisogni – ha concluso il sindaco Bacci -. Queste sono iniziative con ricadute positive, reali, in cui il Comune diventa facilitatore tra chi fa formazione e chi la richiede. Questa è la strada giusta, l’augurio è che il Master possa continuare». I promotori del corso non escludono che già da ottobre scorso possano ripartire le iscrizioni. Il Comune sta lavorando per assicurare spazi per accogliere gli studenti: la sede della Fondazione Angelo Colocci, infatti, si appresta ad ospitare per i prossimi tre anni la scuola Paolo Borsellino, per consentire i lavori di ristrutturazione all’edificio di Corso Matteotti (ex Savoia).

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.