Jesi: festa del Primo Maggio al Parco del Ventaglio | Password Magazine
banner fondazione

Jesi: festa del Primo Maggio al Parco del Ventaglio

Concerto al parco del ventaglio (archivio)

JESI – Musica dal vivo, gioco libero, esibizioni di skateboard e bmx, iniziative di sensibilizzazione, buon cibo. Sono solo alcuni degli “ingredienti” del Primo Maggio al parco del Ventaglio. Organizzato dall’associazione Valvolare, intenzionata a renderlo un appuntamento fisso per Jesi, può contare sul patrocinio del comune di Jesi e la collaborazione della Pro Loco Jesi, del Centro d’Aggregazione Giovanile e della Consulta dello Sport di Jesi. Un’intera giornata di divertimento, dalle ore 10 fino alle 23, per trascorrere insieme la festa dei lavoratori. È la prima volta che si allestisce una manifestazione del genere in città.

Già dall’ora di pranzo, gli stand gastronomici coordinati dalla Pro Loco Jesi saranno operativi e si potrà gustare l’ottima birra artigianale Godog. La Consulta dello Sport installerà canestri e porte nell’area pianeggiante del parco così da permettere a grandi e piccini di giocare in totale libertà. Dalle ore 11, inoltre, sarà possibile partecipare al Plogging, la prima gara di raccolta rifiuti per le strade e i parchi di Jesi. Inventata in Svezia, già praticata nelle grandi metropoli, è un’attività sportiva ecologica, una vera e propria corsa contro l’incuria. Si raccomandano, oltre alla tenuta da jogging, i guanti monouso e il sacchetto (che saranno comunque forniti dall’organizzazione).

Spazio quindi alla musica. Dalle ore 16.30, nell’anfiteatro del Ventaglio, si esibiranno cinque band locali, dal rock al folk, che proporranno esclusivamente inediti. Questo l’ordine delle esibizioni: Seal Appeal, Replus, I Confini di Tela, Rebel and the Bear, Quei Fiori Malsani. Contemporaneamente, ma dalle ore 12 in prossimità della pista di pattinaggio, andrà in scena l’Extreme Park: dj set con musica hip-hop, trap e reggaeton, esibizioni di skateboard e di bmx e, a seguire, un concerto rap.

In ricordo della riduzione dell’orario di lavoro ottenuta dalle operaie della seta nel 1919, e per celebrare le battaglie di Gemma Perchi, i promotori dell’iniziativa “Cento Anni di Otto Ore” proporranno interventi e letture sul palco principale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*