Anche a Jesi la giornata della cultura cubana | Password Magazine
Lulù  

Anche a Jesi la giornata della cultura cubana

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Il 20 ottobre si celebra la Giornata della cultura cubana, per ricordare quando è stato cantato per la prima volta, a Bayarno nel 1868, l’Inno Nazionale di Cuba composto da Pedro Figueredo.  Dal 10 al 20 ottobre i festeggiamenti sono dedicati alla memoria storica delle guerre per l’indipendenza cubane contro la Spagna. Anche a Jesi, oggi 19 ottobre, viene dedicata una serata a Cuba, con lo spettacolo dal titolo “InterCubania e Multitudine”, alle ore 21 presso il teatro “Il Piccolo”.

L’evento è a cura dell’associazione “Para un Principe Enano” di cui è presidentessa Olga Lidia Priel Herrera, che sottolinea l’importanza della promozione della cultura cubana in Italia in chiave interculturale: “Con questo evento si desidera porre l’accento sulle relazioni, sull’interculturalità e sulle singole soggettività che possiedono coscienza e azione civile. Gli artisti che si esibiranno, daranno un risalto all’identità cubana senza dimenticare le loro culture d’origine”.

IMG-20211017-WA0002

Spiega così il significato del titolo “InterCubania e Multitudine”: “La nostra cultura cubana è di per sé eterogenea perché ha storicamente abbracciato diverse culture, in seguito alla colonizzazione e alla posizione geografica di Cuba come passaggio verso l’Africa. Tutti questi diversi apporti culturali hanno conferito a Cuba un’autenticità e una forza storica che non hanno uguali”.

Al centro dell’evento anche la volontà di dare voce agli artisti del territorio che, dopo lo stop forzato della pandemia, riconquistano i palcoscenici: “Abbiamo vissuto due anni in cui il distanziamento sociale è stato vissuto anche con grande tensione. Noi artisti e tutta la popolazione ci siamo ritrovati a dover lavorare molto di più su noi stessi come singoli. Oggi torniamo ad unire questo lavoro singolarmente fatto su di noi, per poter dare una continuità all’essenza della creazione artistica. In una moltitudine che salvaguardi la cultura nazionale e il voler stare insieme alla luce di un cambiamento inevitabile, ma consapevole”.

Obiettivo dell’associazione è anche quello di far conoscere le vicende storiche e le tradizioni cubane in Italia: “Le guerre indipendentiste contro la Spagna sono state un passo fondamentale per la cristallizzazione del processo di formazione di Cuba e per il mescolamento di costumi. In questi giorni Cuba celebra la sua ‘cubanità’. In particolare, ricordando il 168° anniversario della nascita di José Martí, filosofo, poeta, scrittore e Padre della Patria, i 93 anni della nascita di Che Guevara e il 68° anniversario della legittimità della differenza dello storico leader della Rivoluzione cubana Fidel Castro Ruz, segnato dalla famosa arringa ‘La storia mi assolver’. Lo spettacolo di stasera ha come primario obiettivo la crescita culturale del singolo individuo a beneficio della comunità perché la cultura è alla base di tutto, ecco come la pensano i cubani”.

 

Giornata della cultura cubana

Al centro dell’evento la compresenza e la mescolanza di apporti culturali diversi. Tra gli artisti che si esibiranno sul palco i cantanti Sarita Schena e Giacomo Medici, accompagnati al pianoforte da Mauro Gubbiotti. A seguire la ballerina Gioia Naima della scuola di danza orientale di Najma Al Sharki e l’IlJazi Family Group, gruppo musicale di origine epiriota. La pianista Arachel Dolphie suoneràuna danza creola cubana del XIX secolo che racconta con le note l’influenza europea nella musica classica cubana, proseguendo poi con gli spirituals e i canti religiosi afro-cubani. Infine Marcello Moscoloni e Patrizia Giardini leggeranno delle poesie su Cuba.

WhatsApp Image 2021-10-19 at 08.05.00

L’evento è dedicato al maestro del son (genere musicale cubano) Adalberto Alvarez El Caballero, che fu il fondatore di due delle band cubane di maggior successo di tutti i tempi. Emblema dell’evento è l’opera “La bandieradell’artista Luis A. Ruiz Saavedra.

L’ingresso è consentito previa esibizione della certificazione verde, con prenotazione obbligatoria al numero 349-4259155. 

 

A cura di Angela Anconetani Lioveri

TESTI E IMMAGINI ©Riproduzione riservata

 

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.