Jesi, il dietro front di Benvenuti al comando della Polizia locale. Bacci: «Riprovevole comportamento»

JESI – “Le procedure dell’Amministrazione comunale per individuare il nuovo comandante della Polizia locale sono state rapide, puntuali e precise. Di queste si risponde, non certo del riprovevole comportamento di chi, dopo aver preso un impegno e sottoscritto un contratto, si è rimangiato il tutto con imbarazzante disinvoltura appena poche ore dopo”.

Così il sindaco Massimo Bacci dopo il dietro front di Giorgio Benvenuti, 56 anni, altotesino, designato come successore di Liliana Rovaldi, che avrebbe rinunciato all’incarico,  per prendere ruolo – anche se non è ancora ufficiale – a Piacenza, dove avrebbe vinto il concorso per il posto da comandante.

E così, dopo aver firmato il contratto venerdì, martedì scorso ha rassegnato le dimissioni.

“Sia chiaro – continua il sindaco – la Polizia locale di Jesi non è affatto bloccata in attesa di un nuovo dirigente. Tutt’altro. L’attuale Comando è gestito in maniera esemplare, tanto da permettere all’intero corpo di Polizia locale di farsi apprezzare in questi quattro mesi per professionalità, senso di appartenenza e capacità organizzativa, dando concreta impressione di saper lavorare di squadra. Mettere in dubbio, come fa qualcuno con evidente strumentalizzazione politica, che in assenza del nuovo comandante la Polizia locale non riesca a far fronte ad impegni importanti come l’imminente Palio di San Floriano, significa mancare di rispetto del lavoro e della professionalità dei vigili. Da parte mia, proprio a fronte dell’ottimo lavoro svolto, la piena consapevolezza che la Polizia locale saprà assolvere appieno il proprio compito e l’augurio di un buon lavoro in queste impegnative giornate che richiedono un supplemento di responsabilità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*