Jesi, il sindaco Bacci incontra i cittadini e illustra il bilancio di previsione 2017 | | Password Magazine

Jesi, il sindaco Bacci incontra i cittadini e illustra il bilancio di previsione 2017

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Casse più sane attraverso la riduzione del debito, un nuovo piano di opere pubbliche e attività svolte per rendere pienamente efficace il piano di protezione civile. Di questo si è parlato durante l’assemblea pubblica di ieri, dove il sindaco Massimo Bacci ha illustrato ai cittadini i risultati ottenuti da questa legislatura e le prospettive future.

Jesi ancora una volta è tra i primi Comuni d’Italia ad approvare il proprio bilancio di previsione 2017 prima che l’anno nuovo inizi, decidendo fin d’ora come saranno impiegate le risorse a disposizione.

Tra il 2010 e il 2015, il Comune di Jesi ha ridotto il proprio debito del 40%, passando da 32 a 18 milioni di euro, con una riduzione stimabile del 56% nel periodo compreso tra il 2012 e il 2019. “Ad oggi il debito è stato dimezzato a 16 milioni, grazie ad una gestione molto attenta delle spese, con 25 milioni di euro risparmiati negli ultimi 5 anni – ha detto il sindaco Bacci –  Nonostante questo, abbiamo continuato ad erogare gli stessi servizi, aumentandone addirittura nel settore del sociale”. A contribuire alla contrazione del debito,  l’oculata razionalizzazione del personale con circa 90 dipendenti in meno rispetto ad inizio legislatura.

“A fronte di questo aspetto va sottolineato il fatto che abbiamo ridotto a quasi la metà l’indebitamento del Comune – ha ribadito il sindaco –  Dal 1980 il Comune ha accumulato debiti per 3 milioni di euro, un paio ne abbiamo riportati a casa quando il Tribunale di Milano ci ha dato ragione sulla questione degli Swap”.

Il bilancio di previsione era l’ultimo atto amministrativo di questa Giunta. Poi la parola è passata all’assessore ai Lavori pubblici Mario Bucci che ha illustrato i progetti in cantiere che questa Amministrazione intende realizzare nei prossimi due anni: l’installazione di semafori intelligenti lungo viale della Vittoria, interventi all’asse Sud con raddoppio delle corsie nelle rotatorie; riqualificazione dell’impianto di illuminazione pubblica, circa il 70% del totale cittadino. Nel bilancio di previsione, circa 230 mila euro saranno destinati a lavori di arredo e allestimento del Museo Archeologico di Palazzo Pianetti che aprirà il prossimo anno. Saranno stanziate somme per risistemare la casa di riposo. Inoltre, un altro importante progetto riguarda la costruzione della nuova scuola Lorenzini, pensata prendendo spunto dalla lettera di Renzo Piano, “La scuola che vorrei”. Infine, sono previsti ulteriori interventi di adeguamento sismico di edifici e strutture.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.