Jesi in Comune e Laboratorio Sinistra: "Samuele Animali è il vero cambiamento" | | Password Magazine

Jesi in Comune e Laboratorio Sinistra: “Samuele Animali è il vero cambiamento”

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Nella foto, da sin: Samuele Animali, candidato sindaco, Nicoletta Cardinali, Filippo Cingolani

 

JESI – Jesi in Comune e Laboratorio Sinistra sostengono e candidano Samuele Animali a sindaco della città.
Questa mattina l’incontro con la stampa presso la sede della coalizione in viale della Vittoria per la presentazione del progetto politico: “L’idea di candidarmi nasce dopo un’attenta riflessione e dall’insoddisfazione condivisa per come sono andate le cose negli ultimi cinque anni – spiega Animali – Il mio impegno sarà per ripristinare e promuovere la trasparenza, in termini di efficienza e di efficacia della macchina comunale”.

Samuele Animali, avvocato e professore all’Università di Macerata in materie giuridiche, con alle spalle un passato da difensore civico del Comune di Jesi dal 2003 al 2005 e per la Regione Marche dal 2006 al 2010, pone l’accento sul futuro della città e su come cambiarla: “Il cambiamento “arrivato” con Bacci è stato come quello del Gattopardo, dove «tutto deve cambiare perché tutto resti come prima». Forse cinque anni fa è cambiata linea politica ma al comando sono rimasti i rappresentati della classe dirigente, garanti di uno status quo”.

Samuele Animali decide allora di metterci la faccia e di scendere in campo, per recuperare il rapporto con i cittadini, ascoltarli.

Con lui, Laboratorio Sinistra, associazione che intende ricostruire una casa comune della sinistra, composta da da non solo i partiti storici (Sinistra Italiana e PRC) ma anche dalla cosiddetta sinistra sociale, costituita da movimenti, associazioni e persone che non hanno mai aderito a nessuna forza politica ma che si riconoscono nel progetto. “In questi cinque anni , la predisposizione di questa Amministrazione è stata quella di occuparsi di bilanci e di affari piuttosto che di persone e di beni comune – lamenta la portavoce di Laboratorio Sinistra Nicoletta Cardinali –  Per citare Pierangelo Bertoli, siamo un gruppo con un piede nel passato e lo sguardo dritto e aperto nel futuro, raccogliendo sia compagni militanti nella sinistra, con esperienza e competenza acquisita, sia persone iniziano ora il loro impegno e che potranno dare un contributo nuovo. C’è necessità di migliorare la qualità di vita di cittadini con programma di governo locale che investa sulla partecipazione, sulla fruibilità degli spazi, sulla cultura, sul turismo, sui beni comuni e sui diritti”. La Cardinali annuncia poi la presentazione della propria lista di candidati sabato prossimo 11 marzo.
La proposta di una politica aperta e solidale con la città è anche quella sostenuta da Jesi in Comune, così come ha sostiene il portavoce Filippo Cingolani: “Una realtà che è nata da giovani circa un anno e mezzo fa, con l’intenzione di voler segnare un cambio di passo alla politica cittadina. Crediamo che l’attuale Amministrazione sia poco rappresentativa. L’incontro con Samuele, circa sei mesi fa, è stato determinante per la creazione di un manifesto politico: lui è la persona giusta per Jesi, con un modo di porsi privo di arroganza e dedito al confronto aperto con i cittadini, con la giusta esperienza alle spalle”.
Da una parte le radici e da una parte le ali, dunque: così Animali affronterà la campagna elettorale, escludendo nella corsa alleanze con il PD: “Sono state un paio di occasioni per dialogare: all’inizio, ad esempio. Ma sarebbe stato come firmare un assegno in bianco perché tra le fila del Partito Democratico c’era molta confusione mentre noi avevamo già una linea d’azione chiara e precisa – spiega il candidato sindaco – Poi fu Giuliodori a dare l’assist ma le cose sono andate diversamente”.
Animali esprime poi considerazioni sulla disillusione che, anche a livello nazionale, i cittadini stanno vivendo nei confronti del Partito Democratico. “Tuttavia – aggiunge – Non faccio campagna elettorale contro il PD, la faccio contro Bacci. Ai primi, rimprovero di aver fatto una debole opposizione in questi ultimi anni. Anche il Movimento 5 Stelle si è svegliato tardi in Consiglio comunale”. Infine, rivolgendosi agli elettori orientati verso l’area di centro sinistra, aggiunge: “Sappiate che c’è una possibilità in più… invece di votare un candidato (Osvaldo Pirani, ndr) che “somiglia” a Bacci!”.
Chiara Cascio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.