Jesi In Progress, un peccato mancarvi. CORSIVO di Marco Torcoletti

IL CORSIVO di Marco Torcoletti

Una comunità che si guarda allo specchio e si interroga sugli anni avvenire, “con un piede nel passato e lo sguardo nel futuro”. Proprio il video Jesi a Muso Duro ha dato il via alla presentazione di Jesi in progress, il piano di sviluppo della città e del territorio, di scena al teatro Pergolesi all’interno dello spettacolo Buonasera Marche Show, con la conduzione del giornalista Maurizio Socci.

Frutto di circa un anno di collaborazione tra Comune e Nomisma, quello offerto al pubblico venerdì sera è stato solo un assaggio. Ben più ampio e articolato e già fruibile tramite la rete civica, lo studio deve intendersi un patrimonio comune – ha precisato Marco Marcatili della società di studi bolognese – indipendentemente dal colore politico dell’amministrazione di turno.

Un messaggio importante, che hanno raccolto tanti esponenti del mondo produttivo jesino ma anche di quello accademico, chiamati a raccolta dal sindaco Massimo Bacci: dall’imprenditrice Roberta Fileni al rettore dell’Università politecnica delle Marche, Sauro Longhi.

Emozionante l’inno di Mameli, suonato dagli alunni dell’orchestra della scuola Federico II, diretti dal maestro Marco Santini, che hanno eseguito anche Mozart e l’inedito inno della propria scuola, interpretato da una impeccabile Elisa Marchini, di soli 10 anni. Teatro gremito e tanti gli spunti di riflessione, sul presente e il futuro di una comunità, fotografata tra luci e ombre e raccontata dalla gente. In definitiva, comunque la si pensi ed elezioni a parte, un peccato mancarvi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*