‘Jesi inedita 2022’, su Spotify la prima playlist musicale di artisti jesini - Password Magazine

Festival Pergolesi

‘Jesi inedita 2022’, su Spotify la prima playlist musicale di artisti jesini

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – É disponibile da oggi (19 febbraio) su Spotify Jesi inedita 2022, una playlist di quasi 60 brani di circa 30 artisti jesini. La raccolta nasce da un’iniziativa della band jesina Indùo (LEGGI l’intervista) che ha pensato di riunire la città nel segno della musica e della socialità.

«Con la pandemia, l’individualismo è diventato pervadente – spiegano dalla band -. C’è una maggiore individualità nelle scelte e sicuramente il lungo periodo di isolamento che abbiamo vissuto ha costretto tutti a fare meno affidamento sugli altri. Dopo due anni di restrizioni, questo atteggiamento si è amplificato. Da qui la nostra volontà di dare un piccolo apporto al concetto di socialità, cercando di fare gruppo all’interno del contesto musicale. E chissà che da un’idea semplice, come quella di creare una playlist su Spotify, non possano nascere effetti a più larga scala…».

Oggi la playlist è in rete e già conta una trentina di artisti. Come avete fatto?

«Abbiamo lanciato un appello attraverso i social e sono arrivate via via sempre più adesioni.  Ogni artista o band ha mandato due brani, scelti per proprio conto. Alla base, c’è il concetto che l’unione fa la forza. Nessun individualismo, ma trasparenza e partecipazione: abbiamo contattato tutti e inserito solo chi ha dato espressamente l’ok. Lo scopo dell’iniziativa è nobile, ha solo lati positivi».

Un modo dunque per essere meno soli e unire lo scenario musicale jesino.

«Sì, la playlist nasce con un duplice obiettivo. Il primo è di carattere pragmatico: promuovere la musica, la nostra musica, e farlo insieme. I personalismi possono anche essere messi da parte per sfruttare il senso di squadra, senza particolari aspettative da raggiungere. Riscoprire insomma il bello di fare le cose insieme».

E il secondo obiettivo?

«Fare in modo che la musica rientri nella vita cittadina, creando una sorta di community musicale. Da una parte, per l’artista, partecipare all’iniziativa diventa occasione per entrare in contatto con altri del panorama musicale jesino, avviando collaborazioni. La playlist potrebbe rappresentare un motore che si autoalimenta, in un’ottica di cooperazione che può riportare alla rinascita musicale in città dopo due anni in cui l’arte è stata messa da parte. È anche un modo per aprirsi ai gestori dei locali cittadini, presentarsi e dire loro: ‘Guarda, questo è il contesto musicale jesino. Facciamo tornare gli artisti nei bar e nei ristoranti, in strada, con concerti ed eventi’. Senza voler precorrere i tempi – la situazione pandemica dal punto di vista delle restrizioni è in miglioramento ma occorre avere prudenza – torniamo alla musica, alla socialità».

Nella playlist ci sono solo artisti jesini?
«Al 90% sono jesini ma ci sono anche un paio di artisti della Vallesina».

Generi?
«Jesi Inedita 2022 non segue un unico filone di gusto. Questa forse è stata l’unica criticità che c’è stata da gestire, perché chi segue una playlist su Spotify lo fa selezionando i propri generi preferiti. Jesi Inedita 2022 propone più generi, si va dal classico cantautorato italiano al rock italiano-inglese, rap, trap, jazz-funk fino al noise e all’hardcore più spinto. La raccolta non potrà mai piacere a tutti nella sua interezza, anche perché comprende generi che per loro propria definizione non auspicano di arrivare alle masse. Ad ogni modo, i brani sono stati ordinati per omogeneità di genere, giusto per dare un filone di ascolto. La sequenza, per eliminare ogni priorità, rispetta l’ordine di arrivo delle adesioni».

Jesi è ‘inedita’, perchè…?

«L’ispirazione per il titolo viene da ‘Sanremo 2022’ …ma invece di fare una playlist denominata ‘Jesi 2022’ abbiamo voluto aggiungere l’aggettivo ‘inedita’. Salvo un caso, nella sequenza ci sono solo pezzi originali, nessuna cover. Non inediti ma comunque di gruppi e artisti prevalentemente di nicchia, che non risuonano su canali di alto impatto. Ciò che è inedito è la playlist, è ‘Jesi’ ad essere inedita perché per la prima volta esce su piattaforma facendo qualcosa di innovativo».

Siete aperti anche nuove adesioni?

«Certo, qualunque artista che abbia prodotto qualcosa su Spotify può farsi avanti. La playlist è dinamica e può essere aggiornata su richiesta degli artisti. Lo strumento è di promozione costante e si auspica che rimanga in vita, che cambi sempre e si evolva nel tempo. Chiunque voglia farne parte, può contattare gli Indùo (Gabriel Savini)».

E quindi…buon ascolto! Playlist Jesi Inedita 2022

A cura di Chiara Cascio

 

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.