Jesi, inseguimento alla Zipa: catturato latitante

JESI – Nella serata di ieri il comando provinciale di Ancona ha disposto un servizio straordinario di prevenzione coordinato tra i vari reparti dell’Arma della provincia. La compagnia di Jesi con circa 10 pattuglie ha presidiato i punti principali della città controllando un centinaio di autovetture con altrettanti passeggeri. Il servizio di controllo del territorio, grazie alla sua predisposizione strategica, ha consentito di stanare un latitante albanese di 36 anni ricercato nel suo paese da circa due anni per reati di estorsione. Il fuggiasco, probabilmente sentitosi braccato dalle numerosissime gazzelle dei Carabinieri incrociate in ogni angolo della città, con andatura pacata e insospettabile invertiva la marcia in direzione zona industriale con il chiaro intento di passare inosservato. Ma una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile si è subito accorta del veicolo sospetto e prontamente lo ha inseguito e bloccato. Il latitante che dovrà scontare circa 2 anni di carcere si nascondeva in un appartamento di Jesi sfruttando una condotta impeccabile al fine di passare inosservato e sottrarsi alla cattura. Condotto in carcere, lo attende l’estradizione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.